Quote latte, Coldiretti rassicura “Quest’anno niente multe”

Quote latte, Coldiretti rassicura “Quest’anno niente multe”

Le quote latte sono uno dei grandi nodi dell’alimentare italiano. Tuttavia, per quest’anno non sono previste multe agli allevatori nazionali.

E quanto sostiene la Coldiretti, appoggiandosi alle cifre fornite dall’Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura. Secondo i dati AGEA, la campagna 2011/012 non ha oltrepassato il limite massimo
di produzione nazionale.

La questione quote latte ha radici antiche.

Nel 1983, l’Unione Europea stabilisce un limite nazionale di produzione, da dividere poi tra i singoli allevatori.

Tra i Paesi più penalizzati, l’Italia, che ottenne una cifra molto inferiore rispetto al consumo interno.

Da qui i problemi e le divisioni. I partiti più europeisti, difesero la norma, considerandola male necessario per la stabilità del Sistema UE. Di contro, i partiti più
attenti alle istanze locali parlarono di un’indebita violenza degli eurocrati di Bruxelles nei confronti di una faccenda esclusivamente italiana.

Il travagliato iter di ricevimento (dalle legge 468/1992 all’ultima legge 33/2009) non ha certo favorito l’attenuarsi delle differenze.

Ad oggi, le quote latte hanno prodotto due grandi effetti.

Il primo, la diminuzione degli allevatori, passati da 120000 nel 1996 a 40.000 nel 2012. Il secondo, il carico di 1,7 miliardi di multe, che 1000 devono/dovrebbero pagare alle casse dello Stato

FONTE: coldiretti.it

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento