Progetto Agricheck: Più finanziamenti alle aziende agricole e agroalimentari

Progetto Agricheck: Più finanziamenti alle aziende agricole e agroalimentari

Milano – Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole e Confagricoltura hanno sottoscritto oggi un accordo nazionale volto a favorire le aziende agricole e agroalimentari nell’accesso al credito e nella realizzazione di progetti di crescita e sviluppo.

La partnership è stata siglata alla presenza di Ariberto Fassati, Presidente del Gruppo Cariparma Crédit Agricole, di Hughes Brasseur, Direttore Generale Vicario del Gruppo Bancario, e di Mario Guidi, Presidente di Confagricoltura.

Le aziende del settore agricolo, come noto, non sono tenute alla redazione di un bilancio pubblico e, di conseguenza, per valutarne correttamente il merito creditizio sotto il profilo economico e patrimoniale sono necessarie alcune informazioni volte ad integrare la documentazione prodotta.

Con la sottoscrizione dell’accordo Cariparma Crédit Agricole potrà avvalersi della documentazione messa a disposizione da Agricheck, società controllata al 100% da Confagricoltura.

“Questo accordo – ha osservato il Presidente di Confagricoltura, Mario Guidi – crea sinergie con il Gruppo Cariparma Crédit Agricole, attraverso prodotti dedicati, accompagnati da servizi di assistenza e consulenza più specializzati, cioè più vicini alle esigenze delle aziende associate, sostenendole nei loro progetti di consolidamento e di sviluppo, con prodotti finanziari specifici. Attraverso Agricheck offriamo alle imprese un supporto professionale nella valutazione dei propri progetti d’investimento, per meglio presentarli all’istituto bancario al fine dell’ottenimento del credito. Il nostro obiettivo è quello di far tornare a crescere l’agroalimentare e far ripartire gli investimenti.”

“Questa partnership testimonia l’attenzione del Gruppo verso un settore per noi chiave come quello agricolo -agroalimentare – afferma Hughes Brasseur, Direttore Generale Vicario del Gruppo Cariparma Crédit Agricole. Forti del know how che ci deriva dalla casa madre francese, leader nel comparto, offriamo ai nostri clienti una consulenza specifica attraverso strutture, processi e servizi dedicati. Gli accordi con le Associazioni di categoria e gli Enti del territorio sono la chiave di volta di questo nostro impegno e la partnership nazionale con Confagricoltura potenzierà ancora di più la nostra capacità di rispondere alle esigenze delle aziende agricole italiane consentendoci, proprio alla vigilia di Expo 2015, di aiutare il food “made in Italy” ad agganciare la ripresa.”

“Il nostro istituto nasce e si sviluppa storicamente nel principale distretto agroalimentare italiano – dichiara Ariberto Fassati, Presidente del Gruppo Cariparma Crédit Agricole. La vicinanza ai valori della terra e dell’operosità caratterizza da sempre il Gruppo che rappresento. L’accordo di oggi ribadisce l’attenzione verso un settore che continua ad attestarsi tra le eccellenze a livello internazionale. Intendiamo accompagnare l’agroalimentare italiano nella sua crescita ponendoci l’obiettivo ambizioso di diventare banca di riferimento del comparto, proprio come la nostra Capogruppo Crédit Agricole ha fatto in Francia.”

Profilo Gruppo Cariparma Crédit Agricole

Cariparma fa parte del gruppo francese Crédit Agricole, leader europeo nel settore bancario e assicurativo, presente con 11.000 filiali in oltre 70 Paesi nel mondo. Dal 2011, il Gruppo italiano è presente sul territorio nazionale con circa 900 punti vendita in 10 regioni (Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Piemonte, Liguria, Toscana, Lazio, Campania, Umbria) ed è settimo player nel panorama bancario per masse amministrate con oltre 8000 dipendenti e 1.700.000 clienti.

www.gruppocariparma.ithttps://www.credit-agricole.ithttps://www.credit-agricole.ithttps://www.credit-agricole.it

Profilo Confagricoltura

Confagricoltura è l’organizzazione di rappresentanza e di tutela dell’impresa agricola italiana. E’ presente in modo capillare su tutto il territorio nazionale con 18 Federazioni regionali, 95 sedi provinciali e centinaia di sedi comunali. Le imprese associate a Confagricoltura – datoriali, familiari e societarie – rappresentano oltre il 45% del valore totale della PLV agroforestale (48 miliardi di euro complessivi) e del suo valore aggiunto (32 miliardi di euro); coprono circa il 38,5% (5 milioni di ettari) della SAU – superficie agricola utilizzata (13 milioni di ettari). I datori di lavoro associati a Confagricoltura rappresentano i due terzi del totale delle imprese del comparto. Oltre 500 mila lavoratori dipendenti sono assunti da aziende agricole associate a Confagricoltura.

 Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento