“Prima del Torcolato” a Breganze

“Prima del Torcolato” a Breganze

Una domenica dolce per Breganze che domenica 19 gennaio 2014 ha ospitato la 19. edizione della “Prima del Torcolato” , la prima spremitura delle uve di Vespaiola appassite della vendemmia
2013, una manifestazione dedicata al Torcolato, il vino bianco dolce, prodotto esclusivamente nel territorio di Breganze, che ha reso la piccola zona a Denominazione di Origine Controllata alle
pendici dell’Altopiano di Asiago, in provincia di Vicenza, famosa in tutto il mondo.

Un’occasione storica, in cui si rievoca l’antica consuetudine di torchiare le migliori uve della varietà autoctona Vespaiola dell’ultima vendemmia appassite per più di quattro mesi,
gelosamente conservate nei “fruttai” delle diverse cantine, come preziosa fonte di un nettare prelibato, dalle preziose caratteristiche organolettiche che lo contraddistinguono. Da ogni acino
quasi completamente “asciugato”, dopo i mesi di appassimento dei grappoli, escono poche gocce di un mosto dolcissimo che già racchiude in sè tutti i profumi di frutta ed agrumi che
rendono unico il Torcolato.

Nell’edizione di quest’anno molte le occasioni di ritrovo, divertimento e conoscenza attorno alla spremitura, un nuovo “Fruttaio Tour” in cui durante tutta la giornata cinque cantine della
pedemontana vicentina hanno ospitato il pubblico con visite guidate e degustazioni per raccontare dove e come nasce il Torcolato.

Nel pomeriggio in piazza Mazzini la sfilata dei confratelli della “Magnifica Fraglia del Torcolato”, con la nomina dei nuovi confratelli e l’investitura dell’Ambasciatore del Torcolato nel
Mondo per l’anno 2014, onorificenza tributata al cav. Alberto Zamperla. Hanno seguito le visite guidate al campanile della Torre Diedo, uno dei più alti del Veneto, con il “Brindisi in
campanile” e le letture del testo di Gabriele Boschiero “Alla scoperta di un vino antico”.

La competizione di una squadra di operai scelti che ha tentato il primato mondiale della treccia d’uva attorcigliata più lunga mai realizzata, i cui grappoli di uva passita issati fino
alla sommità del campanile di Breganze hanno formato una treccia lunga oltre 40 metri.

Dopo la premiazione del bozzetto vincitore del concorso “Realizza l’etichetta della Prima del Torcolato Vendemmia 2013” finalmente il momento dell’inizio della produzione del Torcolato, la
Vespaiola più bella dell’ultima vendemmia è stata torchiata sotto gli occhi del pubblico, che ha avuto il privilegio di assaggiare il primo mosto.
 
La 19. manifestazione si è contraddistinta non solo per le iniziative di festa dedicate a questo nobile vino della migliore tradizione vitivinicola veneta, ma come occasione importante di
attività storiche e scientifiche. Presso la piazza è stata inaugurata una riproduzione dell’Ara Votiva di epoca romana, simbolo della Magnifica Fraglia del Torcolato, che la storica
confraternita ha donato alla cittadinanza breganzese, e durante la mattina si è svolto un importante convegno, riservato alla stampa specializzata, dedicato agli effetti benefici
dell’azione di alcune muffe del genere Penicillum sul profilo organolettico sia del Torcolato che del formaggio “Gorgonzola”.

L’incontro  , organizzato in collaborazione con il Consorzio per la Tutela del Formaggio Gorgonzola DOP, ha presentato le relazioni dei proff. Erasmo Neviani (Università di
Parma) e Roberto Causin (Università di Padova) e si è concluso con una degustazione abbinata di Torcolato e Gorgonzola, selezionati dai rispettivi Consorzi di Tutela, che ha sancito
gli straordinari esiti sensoriali dell’unione di questi pregiati prodotti del territorio italiano, simbolo di un Made in Italy di tradizione e qualità.   

Mascia Maluta
per Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento