Prezzi: aumentano le quotazioni dei grana, ma cedono quelle delle altre produzioni casearie

Prezzi: aumentano le quotazioni dei grana, ma cedono quelle delle altre produzioni casearie

Continuano a salire da alcune settimane i prezzi del Parmigiano Reggiano e del Grana Padano, anche se in diversa misura; mentre gli altri formaggi registrano preoccupanti situazioni di stasi o
di cedimento nelle quotazioni, particolarmente sensibili per il burro. Lo evidenzia Confagricoltura dall’analisi dell’andamento del mercato del lattiero caseario nazionale, comunitario,
mondiale.

Per quanto riguarda il latte, si rileva una significativa contrazione delle consegne, che dovrebbe consentire alla produzione nazionale di posizionarsi entro la quota assegnata dalla UE.

Le nuove regole per il calcolo della restituzione/compensazione di fine periodo (introdotte dalla legge 33/2009) fanno tuttavia ritenere – afferma Confagricoltura – che una parte non
indifferente del quantitativo prodotto potrebbe essere assoggettata al prelievo supplementare.

Tutto il mercato europeo, d’altra parte, manifesta una situazione di pesantezza. I prezzi dei formaggi tedeschi sono fermi ai livelli di quattro cinque settimane fa; quelli olandesi, ma anche
quelli polacchi, appaiono in significativa regressione. Stessa cosa per il burro ed il latte in polvere.

A livello mondiale si guarda con preoccupazione al mercato statunitense.

Al momento le quotazioni dei prodotti lattiero caseari sono in rialzo; ma se si dovesse confermare l’attuale tendenza all’aumento della produzione, incoraggiata da un’ulteriore caduta dei
prezzi dei cereali, potrebbero scendere. Con la conseguenza di vedere arrivare sul mercato un surplus produttivo fortemente competitivo.

Leggi Anche
Scrivi un commento