Premio Biol, domani nasce il network transnazionale tra i produttori del Mediterraneo

Premio Biol, domani nasce il network transnazionale tra i produttori del Mediterraneo

Una giornata all’insegna dell’alleanza fra produttori del Mediterraneo, quella in programma domani ad Andria nell’ambito del XIV Premio Internazionale Biol. La più grande kermesse
dell’olivicoltura biologica mondiale entrerà infatti nel vivo con una giornata di studi che sfocerà nella nascita di un network transnazionale fra produttori di olio biologico di
Italia, Malta, Grecia, Spagna e Croazia. Un nucleo di cooperazione destinato ad allargarsi, vista la presenza anche di rappresentanti di Turchia, Libano, Tunisia e Siria. Obiettivi: promuovere i
consumi e creare un cartello contro le speculazioni dei mercati.

L’edizione 2009 dunque, rinforza la sua tradizione nel porre l’Italia e la Puglia al centro dello scenario mondiale del settore. Basta dare uno sguardo al programma della manifestazione,
organizzata dal CiBi e patrocinata da Ifoam e Ministero delle Politiche Agricole. Oggi – lunedì 20 – il Biol prende avvio col un prologo tecnico il corso internazionale per assaggiatori di
olio vergine di oliva, caratterizzato da uno stage sul Manuale di Gestione della Qualità del prodotto Biologico (fino al 24, ore 9.30-17, nella sede Oliveti d’Italia). Domani –
martedì 21 – come detto, giornata clou con il convegno internazionale su competizione e cooperazione tra i produttori del Mediterraneo.

L’appuntamento, nella sala del Consiglio comunale alle 10.30, rientra nel progetto BiolMed, nuova iniziativa comunitaria all’origine del network che per l’Italia vede coinvolti lo Iamb
(leaderpartner), la Regione Puglia – Assessorato Mediterraneo, il consorzio CiBi e Icea. Si punta a condividere le buone pratiche per diffondere sistemi di gestione aziendale integrata sulla
qualità dei prodotti biologici. Il progetto prevede una rete di Circoli di Qualità del Biol con l’obiettivo di sostenere lo sviluppo delle aziende olivicole orientate a
miglioramenti qualitativi, incontri regionali, manuali sulle produzioni di qualità, un catalogo sulle innovazioni, creazioni di Gruppi d’Acquisto e Farmers Markets per l’approvvigionamento
diretto da piccoli produttori locali.

Il convegno, moderato dall’oleologo Luigi Caricato, direttore di Teatro Naturale, sarà aperto dal sindaco di Andria Vincenzo Zaccaro e introdotto dall’assessore alle Risorse agroalimentari
della Regione Puglia Enzo Russo e del direttore dell’Istituto Iamb – Bari Cosimo Lacirignola. Quindi gli interventi di Pina Eramo, responsabile nazionale biologico Cia; Vito Savino, preside della
facoltà di Agraria dell’Ateneo barese; Bernardo De Gennaro, responsabile Osservatorio Internazionale Biol; Enzo Perri, direttore Centro di Ricerca per l’Olivicoltura e l’Industria Olearia;
Juan Manuel Luque, presidente dell’associazione spagnola Epea; Kaouther Ben Hassine, ricercatrice ministero dell’Educazione e della Formazione della Tunisia; Giuseppe Mauro Ferro, dirigente
assessorato regionale Risorse agroalimentari; Mauro Meloni, direttore Consorzio di Garanzia Olio Extra Vergine di Oliva di Qualità; Publio Viola, presidente sez. Medico-Nutrizionale
Accademia Nazionale dell’Olivo; Antonello Del Vecchio, neonatologo e governatore SlowFood Puglia. Appendice nel pomeriggio (ore 14.30-18, Oliveti d’Italia) workshop tra produttori di vari paesi
«Per una alleanza dei produttori del Mediterraneo», che sfocerà nella firma del protocollo di cooperazione. E in serata, alle 20.30, inaugurazione della mostra degli oli Biol
«Un mondo di olio», con laboratorio di degustazione e musica nello scenografico Chiostro San Francesco (fino al 23 aprile, ore 17-21).

Il programma proseguirà mercoledì 22 al Castel del Monte Park Hotel prenderà il via la due giorni di lavori della Giuria internazionale degli assaggiatori, che
sceglierà fra ben 370 oli (record di iscrizioni) di 18 paesi; la sessione mattutina ospiterà il BiolKids, la Giuria dei Bambini delle scuole primarie di Andria. Alle 17,
inaugurazione del BiolMuseo dell’Olio di Oliva «Terre di Traiano» con cena di Gala. Giovedì 23, lavori delle giurie parallele per i premi BioIPack e BiolEthic e venerdì
24 cerimonia conclusiva in Municipio.

Il Premio Biol (www.premiobiol.it) si svolge in collaborazione con enti locali e vari organismi di settore tra cui Regione Puglia, Camera di Commercio di Bari, Città di Andria, Comune di
Monopoli, Aiab Puglia, Iamb, Icea – Istituto Certificazione Etica e Ambientale, Consorzio Puglia Natura.

Leggi Anche
Scrivi un commento