Pollenzo: 5° food Service Network Meeting by ICA

Pollenzo: 5° food Service Network Meeting by ICA

Vedi Video:

 

Massimo Chiappo, Ceo e Fondatore di ICA (Video)

 

 

Simonetta Nepi Presidente Gluten Free Travel (Video)

 

 

Pierangelo Pollini, Ceo Bainstitute (Video)

23 Giugno – La ristorazione Italiana tra crescita e nuovi trend di consumo.
A Pollenzo il 5° food Service Network Meeting

Si è concluso a Pollenzo, nella prestigiosa sede dell’Università di Scienze Gastronomiche,  il 5° Food Service Network Meeting , il convegno che ogni anno presenta analisi e approfondimenti  sugli scenari tecnologici e sociali che influenzano il settore della ristorazione italiana.
“I dati emersi dal convegno sono incoraggianti. Il mercato ha recuperato nei primi mesi del 2016 circa 100 milioni di Euro con un incremento di 5 milioni di visite  – afferma Matteo Figura  di NPD –  un andamento destinato a crescere.”

Grande spazio è stato dedicato ai nuovi trend e consumi della ristorazione, con un focus speciale sul Gluten Free, con un taglio trasversale, per poter cogliere le opportunità di un segmento in forte crescita – Afferma Massimo Chiappo, fondatore Ica Italia.
“Sempre più gente si alimenta con prodotti senza glutine, sia perché obbligata da patologie mediche sia per scelta. Rilevante è il trend statunitense per cui il 63% delle persone che mangiano senza glutine lo fa perché ritengono sia più salutare. Tale tendenza sta arrivando anche in Italia, si stima un consumo di 240 milioni di pasti all’anno  senza glutine” – Afferma Simonetta Nepi Presidente di Gluten Free Travel. “Chi meglio saprà colmare l’attuale vuoto di offerta potrà acquisire una quota di consumatori fedeli, che ad oggi in Italia sono circa 5 milioni (il 9% della popolazione italiana)”.

“Si aprono, quindi possibilità di crescita per tutte quelle aziende, tipicamente Italiane, medio/piccole capaci di assecondare rapidamente i vari food trend, come appunto il gluten free e vari emergenti, garantendo, come da tradizione, alti standard qualitativi. – sostiene Giovanna Pesce, AD di Forneria Veneziana -Basti pensare che in Italia abbiamo moltissime realtà che offrono prodotti senza glutine molto apprezzati all’estero e scarsamente conosciuti e diffusi in Italia”.

Infine, l’importanza del Food and Beverage come elemento di qualificazione e valorizzazione nella progettazione degli spazi commerciali, come illustrato da Davide Padoa, CEO di Design International e Roberto Bramati, Presidente di Spazio Futuro. L’architetto Padoa presenta il suo manifesto per la progettazione di shopping mall come luoghi di intrattenimento dedicati e aperti a tutti, in grado di offrire una “camera con vista”, ovvero un’esperienza in un luogo animato, riprendendo in chiave moderna il concetto di piazza. Tra gli spazi da prendere ad esempio sicuramente  lo Skybar a Beirut, inserito sul tetto di un centro commerciale, dove la copertura è stata utilizzata per creare un ambiente multiuso dedicato all’intrattenimento. In Italia, invece, l’innovativo Il Centro ad Arese, dove l’esperienza della ristorazione è diffusa in tutta l’area creando piacevoli pause di leisure e relax, assecondando il desiderio del visitatore. Grandi attese per la prossima apertura di Scalo Milano a Locate di Triulzi, nuova espressione dello sviluppo delle food court in Italia come illustrato dall’Arch.Bramati.

I lavori terminano con interventi di natura sociologica e storica di approccio alla ristorazione e al cibo, grazie al contributo di Victoria Acik, Beatrice Mautino e del Prof. Ugo Volli. “Chiudiamo questa edizione, con con un bilancio positivo per le occasioni di scambio e networking tra i professionisti del settore. Il prossimo appuntamento a Settembre 2016” conclude Massimo Chiappo.

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento