Piemonte Anteprima Vendemmia 2013: dati su Vigneti, Cantine, produzione, DOCG, DOC, export…

Piemonte Anteprima Vendemmia 2013: dati su Vigneti, Cantine, produzione, DOCG, DOC, export…

Dati ufficiali presentati a Milano il 29 novembre 2013,
presso Cascina Cuccagna, in occasione di “Piemonte Anteprima Vendemmia 2013”.

PIEMONTE VITIVINICOLO in sintesi

44.579 ettari di vigneto, (circa il 7% del vigneto Italia).

*    Nel 2012 la produzione è stata di 2.562.878 ettolitri (+6,3% sul 2012).
            La produzione nazionale stimata è di  47,4 milioni di ettolitri (+ 15% sul 2012).    

20.406 le aziende a indirizzo vitivinicolo.
 
280 imprese industriali produttrici di vini e distillati con circa 3.300 addetti.

54 Cantine cooperative con circa 12.000 soci (rappresentano circa 1/3 della produzione vitivinicola regionale)

352 milioni di euro il valore del vino ai prezzi di base agricoli (ex PLV) che rappresenta circa il 10% del valore dell’intera produzione agricola regionale.

1.390 milioni di euro il valore dell’export di vino nel 2012 (che statisticamente comprende bevande alimentari) (+ 7% sul 2011); tale valore rappresenta circa il 30% del  dell’export
agroalimentare piemontese e circa il 16% dell’export vitivinicolo nazionale.  Il Piemonte esporta circa il 60% del vino prodotto; di questo circa 1/3 è costituito dall’Asti Spumante e
Moscato d’Asti. Il 70% viene assorbito dai Paesi UE, il restante 30% dai Paesi extra UE.

18 vini a DOCG (calcolando l’Asti e il Moscato d’Asti, il Roero e il Roero Arneis)  e 42 DOC (su 73 DOCG e 330 DOC nazionali), il più alto numero tra le Regioni, che coprono circa
l’85% della produzione regionale; quasi tutta derivante da una ventina di vitigni autoctoni  storici, tra i quali, a bacca bianca: Arneis, Cortese, Erbaluce, Favorita, Moscato Bianco; a
bacca rossa: Barbera, Bonarda, Brachetto, Dolcetto, Freisa, Grignolino, Malvasia, Nebbiolo, Ruchè, Pelaverga.

Una legge regionale (la 39/80) sull’anagrafe vitivinicola e per il controllo e la repressione di frodi e sofisticazioni; con l’osservatorio vitivinicolo regionale,la revisione dell’albo dei
vigneti e l’istituzione della fascetta regionale di garanzia per i vini DOC.

14 tra grandi e piccoli Consorzi di Tutela che coprono tutte le DOC e DOCG; 2 grandi Associazioni di Produttori. Un consorzio per la promozione, costituito dai principali consorzi di tutela dei
vini.
 
14 Enoteche Regionali e 33 Botteghe del Vino, riconosciute con legge regionale n. 37/80, che rappresentano circa 4.300 produttori espositori; che ospitano mediamente 1.000.000 di visitatori
all’anno (metà dei quali stranieri).

       *   7 Strade del Vino riconosciute ed operanti.

Una grande attività per la tutela, conservazione e valorizzazione delle centinaia di vitigni rari o in pericolo di estinzione. L’opera di selezione e sperimentazione ha portato anche al
recupero  e all’entrata in produzione di molti di questi vitigni autoctoni, tra cui: Bonaria, Avanà, Bourgnin, Pignolo, Spano, Gamba di Pernice, Albarossa, Nascetta, Bussanello,
Timorasso.

(Novembre 2013).

 

ELENCO VINI D.O.C. E D.O.C.G. DEL PIEMONTE

(Aggiornato a Novembre 2013)

I VINI D.O.C.G.

Alta Langa

Asti e Moscato d’Asti

Barbaresco

Barbera d’Asti

Barbera del Monferrato Superiore

Barolo

Brachetto d’Acqui o Acqui

Dolcetto di Diano d’Alba o Diano d’Alba

Dolcetto di Ovada Superiore o Ovada

Dogliani

Erbaluce di Caluso o Caluso

Gattinara

Gavi o Cortese di Gavi

Ghemme

Roero e Roero Arnesi

Ruche’ di Castagnole Monferrato

I VINI  D.O.C. 

Alba

Albugnano

Barbera d’Alba

Barbera del Monferrato

Boca

Bramaterra

Calosso

Canavese

Carema

Cisterna

Colli Tortonesi

Collina Torinese

Colline Novaresi

Colline Saluzzesi

Cortese Alto Monferrato

Coste della Sesia

Dolcetto d’Acqui

Dolcetto d’Alba

Dolcetto d’Asti

Dolcetto di Ovada

Fara

Freisa d’Asti

Freisa d’Asti

Freisa di Chieri

Gabiano

Grignolino d’Asti

Grignolino del Monferrato Casalese

Langhe

Lessona

Loazzolo

Malvasia di Casorzo d’Asti o Casorzo

Malvasia di Castelnuovo Don Bosco

Monferrato

Nebbiolo d’Alba

Piemonte

Pinerolese

Rubino di Cantavenna

Sizzano

Strevi

Terre Alfieri

Valli Ossolane

Valsusa

Verduno Pelaverga o Verduno

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Commento ( 1 )
Scrivi un commento