Piacenza: il meglio della produzione agroalimentare della Valle Padana

 

Il 6 febbraio l’istituto tecnico agrario Raineri di Piacenza celebra i cinquant’anni di vita. E lo fa, organizzando un grande convegno il cui obiettivo dell’ incontro
non è solo quello di tracciare un bilancio dei risultati raggiunti nel corso degli anni, ma anche di pensare ai progetti futuri. La Fondazione delle province del nord ovest, alla
quale l’Istituto aderisce come soggetto fondatore, infatti intende portare sugli «scaffali» del grande appuntamento di «Expo 2015» il meglio della
produzione agroalimentare della Valle Padana, una tra le «Food valley» più significative a livello mondiale.

Le Relazioni inizieranno con Il Campus Agroalimentare di Piacenza: L’esperienza del Raineri – Marcora di Mauro Sangermani, dirigente del campus Raineri – Marcora; seguirà il
ruolo e l’importanza del Campus Agroalimentare Raineri – Marcora per il tessuto economico provinciale di Mario Spezia, assessore agricoltura provincia di Piacenza; la terza
relazione prevista Il Campus Agroalimentare Raineri – Marcora nella filiera formativa provinciale sarà a cura di Ferdinando Tribi, assessore all’istruzione provincia di
Piacenza. Seguiranno testimonianze e interventi da parte di ex studenti dell’ istituto. La sessione antimeridiana si concluderà con la relazione la necessità dei
consumatori di sapere che tecnici preparati operano a tutti i livelli della filiera agroalimentare di Rosario Trefiletti, presidente nazionale di Federconsumatori.

Alle ore 14,30 è prevista una tavola rotonda dal titolo: «L’ attualità degli istituti agrari». I lavori saranno coordinati dall’assessore Spezia e
prevedono gli interventi di G. Luigi Boiardi, presidente della provincia di Piacenza; di Giuseppe Parenti, presidente camera di commercio di Piacenza; di Armando Acri, direttore ufficio
scolastico Provinciale; di Mario Fregoni, direttore Istituto frutti-viticoltura università cattolica Sacro Cuore di Piacenza, di G.Carlo Sacchi, direttore Cde.

Alle ore 17,OO, sono previste le conclusioni da parte di Vasto Errani, presidente regione Emilia Romagna.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento