Perugia: Sport, Regione città e squadre di calcio per “Stadio Sicuro”

 

Perugia – Una campagna di iniziative per uno “stadio sicuro” ed un “calcio diverso” (che fu annunciata lunedì scorso in un incontro con i giornalisti
da Regione Umbria, Comuni di Perugia, Terni e Foligno e dai presidenti delle squadre di calcio delle tre città) verrà presentata il 23 settembre in una conferenza-stampa,
convocata per le ore 12 a Palazzo Donini presso la Sala Giunta. Alla conferenza-stampa prenderanno parte, per la Regione, la presidente Maria Rita Lorenzetti con l’assessore Silvano
Rometti, i sindaci delle tre città Renato Locchi (Perugia), Paolo Raffaelli (Terni) e Manlio Marini (con i rispettivi assessori allo sport), i presidenti delle tre squadre di
calcio e i rappresentanti delle tifoserie. Verranno presentate le concrete iniziative preannunciate nell’incontro del 15 settembre, quando Regione Umbria, le tre città e le
tre società (che quest’anno, per la prima volta nella storia calcistica, disputano insieme un campionato professionistico nella Prima Divisione del Girone “B2 della
Lega Pro) avevano manifestato il comune impegno non soltanto per “derbies” aperti e all’insegna della sportività, ma per lanciare a livello nazionale un messaggio
ed una campagna per uno “stadio sicuro” ed un “calcio diverso”, lontano dalla violenza, capace di tornare alle sue radici sportive, sociali e di civiltà,
nel sano ed autentico antagonismo tra le tifoserie. “L’Umbria – aveva detto in quella occasione la presidente della Regione Maria Rita Lorenzetti – è una
regione civile che investe molto nel calcio e nelle sue appassionate tifoserie, e che perciò si impegna, con il concreto esempio delle sue squadre e delle sue città, a
dimostrare che un calcio sereno è possibile, così come un tifo vero ed autentico, estraneo a quei fenomeni generativi che altrove si sono manifestati”.

Leggi Anche
Scrivi un commento