Pasqua Sicura: i consigli dei NAC valgono più della Colomba pasquale di un grande Chef

Pasqua Sicura: i consigli dei NAC valgono più della Colomba pasquale di un grande Chef

OPERAZIONE “PASQUA SICURA”
DEI NAC, NUCLEI ANTIFRODI CARABINIERI
A TUTELA DEI CONSUMATORI

I CONSIGLI AI CONSUMATORI PER GLI ACQUISTI PASQUALI

Controlli straordinari per le festività pasquali dei NAC. Nuclei Antifrodi Carabinieri, a tutela dei Consumatori.  Disposte verifiche  su ETICHETTE  e TRACCIABILITA’ dei principali prodotti alimentari tradizionali  e sugli agriturismi. Accertate irregolarità su prodotti alimentari di largo consumo, con ritiri dal mercato e sequestri di 20.550 etichette irregolari.

I consigli ai  consumatori in un decalogo per gli acquisti sui prodotti tradizionali e la scelta degli agriturismi.

In concomitanza con le festività pasquali, i NAC, NUCLEI ANTIFRODI CARABINIERI DEL COMANDO CARABINIERI POLITICHE AGRICOLE E ALIMENTARI hanno intensificato le attività di vigilanza sulle produzioni agroalimentari, attivando controlli straordinari che hanno puntato l’attenzione sulla TRACCIABILITÀ  e sulla ETICHETTATURA dei prodotti agroalimentari tradizionalmente presenti sulla tavola degli italiani in questo periodo.

In particolare l’azione dei NUCLEI ANTIFRODI CARABINIERI, che hanno operato su tutto il territorio nazionale in un quadro di stretta collaborazione inter-istituzionale anche con l’Ispettorato Tutela Qualità e Repressione Frodi del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali e la rete degli Organismi di vigilanza dei principali Consorzi di Tutela, è stata rivolta a verificare le norme sulla COMUNICAZIONE COMMERCIALE INGANNEVOLE, in attuazione della normativa europea che vieta l’ evocazione di marchi di qualità e l’utilizzo di indicazioni suggestive e fuorvianti, specie con riferimento a contenuti nutrizionali inappropriati o a denominazioni e indicazioni non corrispondenti ai luoghi di origine, agli ingredienti, alla scadenza e ai disciplinari di produzione.

Le verifiche ispettive dei NAC hanno riguardato n.  165 aziende ed attività commerciali, con controlli anche sulle linee produttive, presso i principali centri turistici, gli agriturismi e la grande distribuzione organizzata, ed hanno portato a verifiche incrociate – con accertamenti completi sull’intera filiera dei prodotti controllati –  in varie province del territorio nazionale:  Torino, Brescia, Bergamo, Verona, Parma, Mantova, Vicenza, Firenze, Fermo, Ascoli Piceno, Roma, Napoli, Salerno, Trapani, etc. .

Tra le irregolarità riscontrate sono stati individuati su alcune filiere di prodotti di largo consumo le seguenti frodi:
prodotti e ingredienti non corrispondenti alle etichette, con indebite evocazioni ad esempio del “PISTACCHIO DI BRONTE DOP” e  del “SALE MARINO DI TRAPANI IGP”;
altri prodotti con indebite evocazioni  di prodotti DOP quali “GRANA PADANO DOP”, “PARMIGIANO REGGIANO DOP”, “PROSCIUTTO TOSCANO DOP”, “PECORINO ROMANO DOP”, “MOZZARELLA DI BUFALA CAMPANA DOP”.

Per tali violazioni i NUCLEI ANTIFRODI CARABINIERI hanno operato ritiri dal mercato del prodotto e SEQUESTRI  SU N. 20.500 ETICHETTE IRREGOLARI, mentre  d’intesa con l’Ispettorato Tutela Qualità e Repressione Frodi del Mipaaf  è stata disposta anche la misura della  declassificazione  di n. 250 forme di Grana e Parmigiano irregolari.

Altre irregolarità  di particolare rilievo hanno riguardato:
– la  commercializzazione in Provincia di Firenze di prodotti  scaduti di validità ( 23 Kg. di insaccati e formaggi)  in un centro della g.d.o. per il quale è stato disposto il blocco ufficiale dalle autorità sanitarie;
– la vendita nelle Province di Napoli e Salerno di prodotti dolciari (72 KG. di uova pasquali di cioccolato, torroni, prodotti da forno) commercializzati senza etichetta, e lavorati e conservati in laboratori non conformi alle prescrizioni igieniche.

I controlli hanno riguardato anche il settore degli agriturismi, tradizionali ritrovi dei nuclei familiari durante le festività pasquali. Le verifiche hanno avuto una funzione essenzialmente preventiva volta a sensibilizzare gli operatori del settore al rispetto  delle norme specie in materia di prescrizioni imposte sui servizi e sulla ricettività: in quattro strutture delle Province di Fermo e Ascoli Piceno sono state riscontrate irregolarità gestionali e inosservanza ai vincoli autorizzativi sulla capacità ricettiva.
I controlli straordinari sono tuttora in corso e le verifiche sulle linee produttive e di commercializzazione proseguiranno per le festività pasquali allo scopo di garantire la più ampia tutela dei consumatori.

Anche in questa fase i dati di esperienza acquisiti dai NAC hanno confermato che il sistema dei controlli straordinari sulle filiere, svolti in particolare sull’osservanza delle norme su  ETICHETTATURA e alla TRACCIABILITA’, consente di contrastare efficacemente i nuovi fenomeni delle frodi alimentari e di assicurare nel contempo le regole di leale concorrenza nel mercato.

Nei primi mesi del 2014 sono stati operati sequestri su 21.913 Kg. di prodotti alimentari irregolari, e su 219.300 etichette /packaging irregolari (oltre 3 milioni sono state sequestrate nel 2013).

Per orientare i consumatori sugli ultimi acquisti pasquali i NAC, d’intesa con Il Ministero delle politiche agricole e alimentari, hanno inoltre diffuso un “DECALOGO PER I CONSUMATORI”, contente utili “CONSIGLI” su come scegliere i prodotti tradizionali tipici per le festività (uova pasquali di cioccolato, colombe, carni ovine) ed anche su come orientarsi nella scelta degli agriturismi.

I NAC ricordano agli operatori del settore e ai consumatori che possono inoltrare richieste di informazioni o segnalazioni di sospetta irregolarità alla casella di posta elettronica ccpacdo@carabinieri.it , oppure contattare il numero verde 800 020320.

Per informazioni generali i consumatori possono consultare il sito istituzionale del Reparto sul link https://www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/consigli/tematici/.

Per i casi più gravi e urgenti il cittadino può sempre rivolgersi ad una delle oltre 4600 Stazioni Carabinieri diffuse su tutto il territorio nazionale.

FESTE DI PASQUA:
I CONSIGLI DEI NAC PER I CONSUMATORI

IN GENERALE, PER GLI ACQUISTI:

NON GUARDATE SOLO LE CONFEZIONI : possono recare immagini accattivanti  non sempre corrispondenti al prodotto reale

LEGGETE ATTENTAMENTE LE ETICHETTE: preferite i prodotti che recano con chiarezza le indicazioni sulla lista degli ingredienti, origine, scadenza, stabilimento di lavorazione, tracciabilità, recapiti dell’azienda produttrice.

VERIFICATE I PREZZI: la convenienza di un prodotto si può constatare confrontando la lista degli ingredienti

PER LE UOVA DI CIOCCOLATO

I migliori prodotti di qualità sono quelli che contengono, nell’ordine:
– cacao in polvere,
– burro di cacao (pasta di cacao),
– zucchero,
– latte in polvere,
– aromatizzanti naturali.
Siate perciò accorti laddove sono indicati altri tipi di “grassi”. Solo il cioccolato “puro” non contiene oli tropicali o altri grassi vegetali. Il cioccolato fondente va valutato in relazione al contenuto di cacao ( il migliore è superiore al 50%).

PER LE COLOMBE PASQUALI

Quelle di migliore qualità contengono nell’ordine:
farina;
zucchero;
uova;
burro;
canditi.
Anche in questo caso è importante LEGGERE L’ETICHETTA, per verificare la lista degli ingredienti e compiere delle scelte “consapevoli”: è importante perciò conoscere se al posto del burro vi è margarina, se il prodotto è confezionato con alimenti”biologici” e “ogm- free”, con latte in polvere e se vi sono conservanti. Così come è importante sapere che sono state impiegate uova di categoria A (oppure se vi è albume in polvere).
La qualità del prodotto si delinea anche dalla crosta e dalla lievitazione: la superficie non deve essere molto scura, l’impasto deve risultare dorato, il prodotto non deve risultare piatto. I canditi devono essere morbidi e, per i prodotti di migliore qualità, sono grandi.

PER LE CARNI OVINE

La carne di agnello è ottenuta dall’animale fino ad un anno di età.
Per le carni ovine non è ancora prevista come obbligatoria l’indicazione di origine alla vendita, invece prevista per le carni bovine, per cui sui banchi di vendita possono essere commercializzati anche prodotti provenienti dall’estero senza obblighi di specificazione sull’origine.
Il consumatore può trovare, in ogni caso, indicazioni volontarie sulla provenienza del prodotto
Per scelte più mirate sulle modalità di allevamento, zone di produzione e tracciabilità, è possibile orientarsi sui principali prodotti tipici nazionali, garantiti da disciplinari di produzione IGP quali l’Agnello di Sardegna IGP, l’Abbacchio Romano IGP, l’Agnello dell’ Appennino di Centro Italia IGP, ed altri prodotti tipici quali l’Agnello Lucano, l’Agnello Nero Toscano e l’Agnello di Pomarance (PI).
In linea generale, le tradizioni e i disciplinari di produzione di tali prodotti nazionali prevedono l’allevamento allo stato brado, il ricovero in strutture adeguate per i ricambi d’aria e l’illuminazione naturale, gli interventi sanitari ed i controlli, l’assenza di forzature alimentari e stress ambientali, con un processo naturale per la  nutrizione con latte materno ed essenze di pascolo dell’habitat regionale di riferimento.

I CONSIGLI SULLA SCELTA DEGLI  AGRITURISMI

Molti agriturismi  sono associati ad importanti Associazioni agricole e di categoria, e sono consigliati da Tour operator riconosciuti a livello internazionale che in linea  generale possono garantire sulla validità delle strutture.
In ogni caso può essere utile, prima di prenotare, verificare l’affidabilità dell’ agriturismo informandosi sui seguenti aspetti essenziali:
l’affidabilità “ambientale”: la tranquillità e la salubrità dell’aria possono essere verificate accertando se nelle vicinanze sono situate autostrade, grandi agglomerati urbani, industrie e opifici;
l’estensione della azienda: un agriturismo deve avere sufficienti ettari di terra per le proprie produzioni;
le materie prime prodotte dall’agriturismo: la presenza di coltivazioni di ortaggi, frutteti e eventuali allevamenti di animali offrono sufficienti garanzie di affidabilità ed economicità dell’azienda.

 

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento