Parigi tarda a trasporre nell'ordinamento nazionale una direttiva Ue sull'emissione nell'ambiente di OGM

Bruxelles – La Corte di giustizia Ue del Lussemburgo ha condannato la Francia al pagamento di una somma forfetaria di 10 milioni di euro per non aver eseguito “rapidamente” la
sentenza del 2004 sugli Ogm quando i giudici europei hanno accertato che Parigi aveva violato il diritto comunitario per non aver trasposto nell’ordinamento nazionale la direttiva
sull’emissione nell’ambiente di organismi geneticamente modificati.

Avendo accertato che la Francia ha garantito una trasposizione completa della direttiva nel giugno 2008, la Corte, si legge in una nota, ha ritenuto “di non dover pronunciare la
condanna al pagamento di una penalità”. I giudici rilevano inoltre che l’imposizione di una somma forfetaria non ha carattere automatico, bensì dipende dalle
caratteristiche dell’inadempimento constatato e dal comportamento dello Stato membro interessato. La direttiva doveva essere trasposta nelle leggi nazionali entro il 17 ottobre 2002.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento