Oscar Green: il premio delle aziende innovative

Bologna – Torna alla ribalta Oscar Green, il concorso nazionale promosso dal gruppo Giovani Impresa di Coldiretti sull’innovazione, che premia le imprese più originali e
capaci di testimoniare il contributo offerto dall’agricoltura alla società in termini di valore, sicurezza, fiducia e qualità della vita.

L’obiettivo è fare conoscere ai cittadini ed alle altre aziende agricole le esperienze vincenti di operatori che hanno saputo costruire progetti di impresa competitivi e allo stesso
tempo sostenibili, rafforzando il legame con il loro territorio d’appartenenza. Coldiretti premia quindi le nuove idee in agricoltura, valorizzando imprese «giovani», non
anagraficamente, ma come dinamismo ed imprenditorialità, che si sono maggiormente distinte in progetti innovativi e che possono fungere da modelli per gli altri imprenditori.

Sono 6 le parole chiave scelte da Coldiretti per il 2008, alle quali corrispondono 6 categorie in concorso, cui possono iscriversi tutti gli imprenditori agricoli, singoli o associati operanti
sul territorio nazionale e di qualsiasi età che, all’interno del proprio percorso imprenditoriale, abbiano sviluppato un’idea innovativa: Stile e cultura di impresa, Sviluppo locale,
Energia per il futuro, Esportare il territorio, Oltre la filiera, Campagna amica.

«I giovani imprenditori agricoli di Coldiretti guardano a un processo di crescita e di valorizzazione che sa mantenere le proprie radici ma con lo sguardo rivolto al futuro» ha
affermato la Delegata del Movimento Giovani di Coldiretti Bologna Piera Maccaferri, una ragazza di trent’anni che conduce insieme al fratello un’azienda di oltre 150 ettari di patate e colture
estensive nella zona di Crevalcore. «Il concorso si propone di mettere al centro dell’attenzione e di connettere le realtà imprenditoriali più innovative e rigenerate, delle
quali Bologna è ricca, e creare una rete di conoscenze e di comunanza di vision e valori, di mettere a disposizione modelli da imitare e replicare, adattandoli alla propria realtà
territoriale.

Nella precedente edizione sono state 3 le aziende di Coldiretti Bologna finaliste alla premiazione nazionale: l’Azienda Agricola Fattoria Michelini di Castenaso nella categoria «Rapporto
con il consumatore», l’Azienda Agricola Mengoli Rino, Mauro e Gianni, sempre di Castenaso, nella categoria «Ricerca ed innovazione», ed in fine l’imolese Podere Naretta per lo
«Stile imprenditoriale».

«Sono diverse le candidature che abbiamo ricevuto anche quest’anno» commenta Piera Maccaferri «e le iscrizioni si chiuderanno il 20 marzo. Ci auguriamo che anche con le nuove
ed impegnative categorie individuate per il 2008 le nostre aziende sappiano distinguersi. D’altronde, nel territorio bolognese abbiamo diversi esempi di aziende di eccellenza, e secondo me
abbiamo buone possibilità di «salire sul podio» in diverse categorie».

Leggi Anche
Scrivi un commento