Olio al ristorante con tappo di garanzia antirabbocco: come comportarsi?

Olio al ristorante con tappo di garanzia antirabbocco: come comportarsi?

IMG_0972Riportiamo una nota ufficiale di Assitol e Federolio

Oggetto: ASSITOL-FEDEROLIO: bene tappo anti-rabbocco ma mancanza di indicazioni su come adeguarsi mette in difficoltà gli operatori del settore
Data: 21 novembre 2014 14:56:03 CET

NOTA STAMPA CONGIUNTA ASSITOL-FEDEROLIO

ASSITOL E FEDEROLIO sul tappo anti rabbocco nei pubblici esercizi:
bene la previsione normativa, ma la mancanza di indicazioni su come potersi adeguare mette in difficoltà gli operatori del settore

Roma, 21 novembre 2014 – ASSITOL e FEDEROLIO esprimono apprezzamento sulla disposizione che avrebbe introdotto l’obbligo del tappo anti rabbocco (o anti riempimento) per le bottiglie di olio extravergine d’oliva servite nei pubblici esercizi, ma allo stesso tempo manifestano preoccupazione per lo scenario di forte incertezza che si viene ad aprire per gli operatori del settore con l’entrata in vigore della norma.

Le due Associazioni hanno sempre visto con favore l’introduzione di una disposizione normativa sul confezionamento dell’olio d’oliva che garantisca chiarezza e trasparenza ai cittadini sulla qualità dell’olio consumato sulla tavola di un ristorante, di una trattoria o in un bar, salvaguardandoli così anche da possibili frodi o inganni a tavola.

Pur condividendo dunque la ratio della norma, ASSITOL e FEDEROLIO non possono tuttavia esimersi dal sottolineare come la nuova disposizione sia stata adottata come modifica della legge Mongiello, sulla quale risulta ancora aperta una procedura pilota di infrazione da parte UE che, come noto, rende tutta la legge sostanzialmente inapplicabile.

Rilevano inoltre come la nuova norma non chiarisca quali dosatori possano essere considerati conformi alla legge, generando così una legittima e seria preoccupazione tra i produttori di tappi dosatori e le aziende confezionatrici, che non sanno “cosa fare” per fornire agli operatori della ristorazione confezioni che possano essere considerate non rabboccabili. Una situazione resa, tra l’altro, ancor più critica e complessa dal fatto che la legge non concede congrui termini sia per lo smaltimento delle scorte che per far adeguare alla già lacunosa normativa i produttori di tappi dosatori, le aziende confezionatrici e i ristoratori.

ASSITOL e FEDEROLIO auspicano quindi che il legislatore si pronunci al più presto e fornisca indicazioni chiare per consentire a tutti i confezionatori, dai frantoi e dai piccoli produttori agricoli alle maggiori industrie, di poter fornire prodotti conformi alla legge.

La Associazioni auspicano inoltre che il legislatore, nel pronunciarsi su questo tema, non tralasci diprevedere dispositivi di chiusura che abbiano per gli operatori costi sostenibili, salvaguardando così da ulteriori aggravi confezionatori, ristoratori e consumatori finali.

A MSLGROUP company

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento