Ogm, Fondazione Diritti Genetici: dal Lussemburgo un altro stop a Bruxelles

Ogm, Fondazione Diritti Genetici: dal Lussemburgo un altro stop a Bruxelles

“La decisione del Lussemburgo di mettere al bando la coltivazione del mais Mon810 è un altro colpo inferto al decisionismo della Commissione europea sugli Ogm”.

Così la Fondazione Diritti Genetici commenta in una nota la presa di posizione del piccolo stato europeo sulla coltivazione della pianta biotech.

“Il provvedimento fa salire a cinque il numero dei paesi che hanno scelto la strada della precauzione sul mais transgenico, e dimostra che gli stati membri non sono disposti ad accettare gli
aut aut imposti dall’esecutivo di Bruxelles. D’altronde questo era già stato evidenziato dalla bocciatura della richiesta della Commissione di mettere fine al bando del mais transgenico
in Europa,  espressa a larga maggioranza dai ministri dell’ambiente europei”.

Leggi Anche
Scrivi un commento