Mutui, Codacons: «Sarà tutto inutile»

L’accordo con le banche annunciato oggi da Berlusconi avrà valore solo sulla carta, perché le banche non daranno mai attuazione pratica all’innovazione sui mutui a tasso variabile
spiegata dal Premier.

Lo sostiene il Codacons, che spiega: «Dopo ciò che è successo con il Decreto Bersani, con gli istituti di credito che non hanno mai applicato la legge sulla
portabilità dei mutui, sulle penali di estinzione, ecc., procurando ai correntisti un danno economico complessivo pari a 5,9 miliardi di euro, le banche continueranno a fare come gli
pare, e non daranno alcun seguito all’accordo spiegato oggi da Berlusconi».

«Apprezziamo la buona volontà del Governo, ma riteniamo avrebbe fatto meglio ad intervenire sul non rispetto delle leggi vigenti da parte degli istituti di credito, anziché
varare meccanismi che cadranno inesorabilmente davanti all’inottemperanza delle banche – afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – Se davvero Berlusconi volesse aiutare i cittadini sul
fronte bancario e dei mutui, dovrebbe imporre sanzioni pensatissime contro le banche che non rispettano il Decreto Bersani, tra cui la chiusura immediata delle filiali che violano le leggi
vigenti».

Leggi Anche
Scrivi un commento