Musica, cucina e serenità, la ricetta del Mauri Lab

Musica, cucina e serenità, la ricetta del Mauri Lab

La cucina, non solo come luogo di creazione meccanica del cibo ma come zona di benessere e consolidamento delle relazioni familiari. Il tutto
a ritmo di musica. Questo lo scheletro del messaggio degli esperti del Mauri Lab, che espongono le loro teorie sul sito www.wellnesscucina.com

Come fa notare il portale, l’idea della cucina come medicina esistenziale non è per niente nuova. Una ricerca della Randolph-Macon College (di Ashland) diretta dalla psicologa Kelly
Lambert sostiene come tale stanza sia uno dei posti migliori per recuperare la serenità.

Altre ricerche evidenziano come eventuali problemi emozionali possano essere curati tramite lavori manuali, come ad esempio la preparazione da sé delle pietanze.

Ecco quindi la proposta del Mauri Lab, che al “fare da sé” tra pentole e fornelli aggiunge la musica. Ovviamente, ad ogni occasione la sua melodia.

Se, per iniziare, volete una tranquilla cena in famiglia, è perfetta la musica di Battisti. Manco a dirlo, tale musica si lega benissimo a piatti tranquilli e tradizionali: secondi di
carne, involtini formaggio e prosciutto, paste al sugo o grigliate in combattere.

Le coppiette alle prime armi virino invece sui Massive Attack, che accendono il tempo in cucina (e forse anche la camera da letto).

Gli amici che si preparano a passare una serata tra chiacchiere, risate, pizza e birra si procurino dei pezzi di Jimi Hendrix.

Se infine volete lanciarvi senza remissione nella cucina creativa, assicurati di avere dalla vostra la follia melodica degli Aerosmith.

NOTE FINALI, per approfondire:

www.wellnesscucina.com

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento