Milano: “Identità Golose” mille esperienze e nuove tendenze nel campo dell’alimentare

Milano – C’é chi degusta uno spumante millesimato e chi si ferma a osservare una coppia di giapponesi che tagliano con maestria il pesce per il sushi, chi si avventura tra
i segreti della cottura a vapore e chi scopre che lo zafferano può anche essere l’ingrediente per un ottimo cocktail.

Sono centinaia gli appassionati del gusto che, in questi giorni, stanno visitando “Identità Golose“, il tradizionale appuntamento congressuale con la cucina di alta
qualità, inventato dal giornalista Paolo Marchi.

Quest’anno l’evento si svolge per la prima volta nel centro convegni di Fieramilanocity, trasformat in una sorta di enorme cucina dove è un continuo ribollire, affettare,
assaggiare.

“Un contenitore di idee e proposte, di speranze e confronti – così Marchi definisce la sua creazione – ma anche di polemiche, perché il cibo è un pianeta vivo e chi
lo abita non lo subisce ma lo anima e lo agita”.

E così tra le mille pietanze preparate in diretta dai 70 chef ‘stellati’ arrivati a Milano da tutta Italia e dal mondo, si trovano anche piatti innovativi e destinati a
dividere le opinioni, come i gelati al formaggio o ai frutti di mare, oppure i sorbetti al sedano, accanto alla rassicurante tradizionalità del risotto alla milanese o alla
semplicità del pane e salame.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Milano: “Identità Golose” mille esperienze e nuove tendenze nel campo dell'alimentare

Milano – C’é chi degusta uno spumante millesimato e chi si ferma a osservare una coppia di giapponesi che tagliano con maestria il pesce per il sushi, chi si avventura tra
i segreti della cottura a vapore e chi scopre che lo zafferano può anche essere l’ingrediente per un ottimo cocktail.

Sono centinaia gli appassionati del gusto che, in questi giorni, stanno visitando “Identità Golose“, il tradizionale appuntamento congressuale con la cucina di alta
qualità, inventato dal giornalista Paolo Marchi.

Quest’anno l’evento si svolge per la prima volta nel centro convegni di Fieramilanocity, trasformat in una sorta di enorme cucina dove è un continuo ribollire, affettare,
assaggiare.

“Un contenitore di idee e proposte, di speranze e confronti – così Marchi definisce la sua creazione – ma anche di polemiche, perché il cibo è un pianeta vivo e chi
lo abita non lo subisce ma lo anima e lo agita”.

E così tra le mille pietanze preparate in diretta dai 70 chef ‘stellati’ arrivati a Milano da tutta Italia e dal mondo, si trovano anche piatti innovativi e destinati a
dividere le opinioni, come i gelati al formaggio o ai frutti di mare, oppure i sorbetti al sedano, accanto alla rassicurante tradizionalità del risotto alla milanese o alla
semplicità del pane e salame.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento