Milano: I vini naturali protagonisti a SemplicementeUva

Milano: I vini naturali protagonisti a SemplicementeUva

Arriva per la prima volta a Milano una rassegna dedicata ai vini “cosiddetti” naturali. Quelli prodotti senza uso di concimi chimici, diserbanti,
trattamenti antiparassitari sistemici in vigna e l’uso di sostanze chimiche in cantina. Di scena a SemplicementeUva la manifestazione ideata da Davide
Paolini e organizzato da Piaceri d’Italia, a Milano in via Giovanni Ventura 15, oggi una delle aree architettonicamente e artisticamente più interessanti della città, ci saranno così 100 produttori assolutamente naturali.

In 82 arrivano dall’Italia. Tra loro nomi storici della vinificazione Bio come Radikon, Cascina degli Ulivi (Bellotti), La Biancara (Maule), Podversic, Valentini, ma tutti in grado di
rappresentare una fetta importante degli oltre 45 mila ettari di vigna biologica coltivati nel nostro Paese e fare conoscere i terroir di 14 differenti regioni: Abruzzo, Campania, Emilia
Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige, Veneto.

Dall’estero arrivano, invece più di 10 vigneron transalpini, 5 cantine slovene e dal Libano una delle maison più conosciute e apprezzate: quella di George Hochar con il suo
Chateau Musar. Senza dimenticare la voce dei Simply Red, l’inglese Mick Hucknall, con le sue etichette presentate allo stand del Consorzio dei Vini Veri.

In “Saranno naturali”, si trovano invece 3 aziende in riconversione, cioè in attesa del termine dei 3 anni richiesti dalla legge per essere
certificate Bio: Borgo Isolabella, Podere le Ripi, San Patrignano.

Ricco anche il programma delle degustazioni/seminario interne alla manifestazione (Semplicemente Uva Dentro) con 9 incontri lezione curati da Porthos, la rivista sul mondo del vino curata da
Sandro Sangiorgi. Particolare attesa per il convegno (domenica 28): “La scelta naturale: etica, economie e prospettive”, con la partecipazione del francese Nicolas Joly, ospite d’onore di
SEMPLICEMENTEUVA Protagonisti di questa parte del programma sommelier anche come Luca Gardin del ristorante “Cracco” e Federico Graziani, del “Il luogo di Aimo e Nadia”. Mentre Teo Musso del
birrificio Baladin, Davide Longoni del Panificio Longoni e Andrea Bezzecchi dell’Acetaia San Giacomo di Novellara, discuteranno dei lieviti naturali nel pane, nella birra e nell’aceto balsamico
tradizionale.

Ma SEMPLICEMENTEUVA non si ferma ai soli eventi previsti nello spazio di via Giovanni Ventura, ma si allarga a tutta la città (Semplicemente Uva Fuori). Infatti, oltre 30 tra enoteche e
ristoranti milanesi organizzano degustazioni, serate a tema e cene dedicate ai vini naturali, coinvolgendo anche nomi importanti dell’alta cucina: Cracco, Joia, Sadler, Il luogo di Aimo e
Nadia.

Per garantire a tutti la possibilità di conoscere i vini naturali, i visitatori avranno a disposizione con l’acquisto del biglietto, 30 euro, un carnet di 15 degustazioni e all’interno
della rassegna potranno acquistare ulteriori gettoni che garantiranno altri assaggi. Ma all’interno della manifestazione si trova anche un ampio spazio gastronomico dove venti artigiani del
cibo naturale offriranno al pubblico i loro prodotti: salumi, formaggi, pane, dolci, miele, gelati.

Infine, per chi vuole acquistare i vini appena degustati, non manca un tocco di tecnologia. Basta puntare uno smartphone sul QR-CODE esposto su ogni prodotto, per accedere a un carrello
virtuale della spesa, da ritirare al termine della propria visita a SEMPLICEMENTEUVA.

Sabato e domenica la manifestazione apre alle h 11.00 e termina alle h 20.30.
Lunedì apertura sempre h. 11.00 e chiusura alle 16.30.

Il programma della manifestazione e i produttori partecipanti su www.semplicementeuva.it

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento