Meno carne nell’alimentazione: meglio per te, meglio per il pianeta

Meno carne nell’alimentazione: meglio per te, meglio per il pianeta

Ridurre del 30% il consumo di carne fa bene sia alla salute del pianeta che a quella delle persone.

A sostenerlo, uno studio di scienziati inglesi ed australiani, coordinato dalla London School of Hygiene and Tropical Medicine, diretto dal dottor Andrew Haines e pubblicato su “The Lancet”.

La squadra di ricerca hanno lavorato su modelli predittivi, concludendo così come meno carte porterebbe a meno anidride carbonica, ridurrebbe i cambiamenti climatici e diminuirebbe l’uso
di combustibili fossili, molto usati negli allevamenti. A tal proposito, gli esperti FAO evidenziano come il 18% di tutte le emissioni di gas derivino dalla produzione di carne. Nel prossimo
futuro, tale produzione (per via della domanda dei paesi in via di sviluppo) potrebbe crescere, arrivando a +85%.

Ma una dieta meno carnivora è portatrice anche di vantaggi per il singolo. Secondo il dottor Haines e collaboratori, meno carne e grassi animali ridurrebbe del 17% il numero di morti
premature causate dalla malattie cardiache, 18.000 morti nella sola Gran Bretagna.

La ricerca fa parte di un gruppo di lavori simili, messi in piedi in vista del summit di Copenaghen, per aiutare a fornire ai potenti della Terra una visione corretta della situazione.
Perché, come spiega il dottor Haines, “Devono comprendere il potenziale impatto delle loro decisioni sulla salute della popolazione mondiale”.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento