MEDOLIVA: viaggio nell'extravergine

Per tre giorni, da sabato 17 a lunedì 19 maggio, Arezzo diventa la capitale mondiale dell’extravergine di oliva.

Merito di MedOliva, fiera voluta dalla Provincia di Arezzo e da Arezzo Innovazione, con il contributo del Ministero delle Politiche Agricole e
Forestali e della Regione Toscana
e la collaborazione dell‘Arsia e delle associazioni di categoria.

Spazio alla tecnologia, alla cosmesi, all’alta cucina e a tanti altri settori, per una vera e propria full immersion nel Pianeta Olio.

I riflettori si puntano soprattutto sulle circa 200 etichette che, al termine di una selezione severissima, rappresenteranno i 18 Paesi ospiti per un vero e
proprio dream team dell’extravergine di qualità. Per gli esperti, ma anche per i neofiti, una possibilità praticamente unica di degustare un’enorme varietà di
tipologie e scoprirne le differenze.

«Basti pensare che solo in Italia esistono oltre 300 diverse cultivar – conferma Marco Oreggia, curatore de L’Extravergine – Guida ai Migliori Oli del Mondo di
Qualità Accertata, e considerato tra i massimi esperti del settore – un vero e proprio caleidoscopio di profumi e sapori, l’espressione di territori diversi per clima, fattori
ambientali e procedimenti produttivi».

I visitatori di MedOliva avranno quindi la possibilità di scoprire le differenze organolettiche tra le diverse cultivar. Dalle delicate note di frutta bianca della
taggiasca ligure, a quelle balsamiche e di pomodoro acerbo della nostrana di Brisighella (Emilia Romagna), passando per l’intenso moraiolo umbro, con i suoi sentori cardo e di carciofo, o per
le fragranze di pomodoro maturo della nocellara del Belice siciliana.

Ovviamente grande curiosità destano anche le numerosissime varietà degli altri Paesi Mediterranei: dall’arbequina spagnola, con le note tipiche di lattuga e pinolo, alla ro?ulja
croata con i suoi intensi caratteri vegetali e i toni amari potenti; dall’esotica picholine marocaine con i suoi eleganti sentori di pomodoro maturo e di spezie, all’armonica e fruttata barnea
israeliana.

Queste e molte altre cultivar saranno a disposizione dei visitatori di MedOliva sia in degustazioni libere che in alcuni incontri guidati. Per imparare che l’extravergine, così come il
vino, ha molti volti. E scoprire il piacere di abbinare l’olio giusto al piatto giusto, per deliziare il palato regalando al tempo stesso un grande beneficio alla propria salute.

Leggi Anche
Scrivi un commento