McDonald's punta ai caffè e dichiara guerra a Starbucks

Nel 2008 McDonald’s, l’inarrestabile colosso dei fast food, punterà ad allargare la propria sfera di competenza: non si accontenterà più di servire hamburger e patatine, ma
in 14 mila esercizi aprirà altrettante caffetterie, con baristi specializzati per servire caffè, cappuccini e la versione personalizzata del noto Frappuccino venduto da Starbucks.

Lo ha annunciato il Wall Street Journal, che ha evidenziato come con questa mossa la catena di fast food più famosa al mondo intenda colpire la catena di coffee shop più famosa al
mondo, Starbucks appunto.
Ma gli specialisti del caffè d’oltreoceano non sono stati inerti a guardare ed hanno lanciato la loro versione dei McDrive: al «drive through», infatti, si può
prelevare il proprio caffè (insieme a nuovi panini caldi) direttamente dalla propria automobile, proprio come si fa con gli hamburger di McDonald’s.

Secondo quanto reso noto dal Wall Street Journal, l’espansione del re dei fast food porterà una crescita del fatturato pari ad un miliardo, alla faccia di Starbucks che sminuiva le
possibilità di espansione di McDonald’s poichè vendeva «un liquido bollente e marrone, che spaccia per caffè».

Leggi Anche
Scrivi un commento