Mastella querela Grillo: “Attacchi gratuiti ed inaccettabili”

“Il senatore Clemente Mastella ha dato mandato ai suoi legali di intraprendere le vie giudiziarie necessarie a tutelare la sua onorabilità a fronte degli attacchi gratuiti ed
inaccettabili mossi nei suoi confronti” e “il risarcimento dei danni richiesto sarà devoluto alle vittime delle mafie”.

Lo annuncia l’ufficio stampa dell’Udeur, che spiega che il Guardasigilli ha giudicato intollerabili le affermazioni di Beppe Grillo in conferenza stampa a Bruxelles e che, quindi, ha deciso di
querelare il comico ligure.

L’antefatto – Martedì Beppe Grillo, Luigi De Magistris (il pm di Catanzaro ex titolare dell’inchiesta Why Not, che vede tra gli indagati anche il Ministro Mastella), Marco
Travaglio e Giulietto Chiesa hanno parlato a Bruxelles, di fronte ad una fitta platea di europarlamentari che ha ascoltato le denunce inerenti alla dubbia destinazione di fondi comunitari per
miliardi di euro.
Chiaramente, se il pm ha delineato un quadro preoccupante fatto di anomalie e di assenza di controlli sulla destinazione dei finanziamento, Grillo ha usato altri toni, tutt’altro che
pacati.
E’ così che lo showman ha chiesto all’europarlamento di non dare più denaro all’Italia: “Sono venuto con una preghiera nel cuore – ha affermato Grillo – non dare più una
lira all’Italia” perché è “come darli a Bokassa” (l’ex dittatore africano).
“Una piccola parte di questi soldi sono anche miei”, ha aggiunto il comico ligure, spiegando che “c’è una sorta di riciclaggio di denaro sporco”: “Non arriva niente, i cittadini non
sanno nulla di queste cose”.
Al contrario, secondo Grillo, “sarebbe bello che invece di passare attraverso le Regioni, che ormai sono delle associazioni a delinquere, passassero attraverso la rete”, in modo che i cittadini
possano controllare con i loro occhi quello che succede.

Leggi Anche
Scrivi un commento