Nutrimento & nutriMENTE

Marche: presentato il progetto Neptune

By Redazione

Ancona, 9 Ottobre 2007 – Si è tenuta presso la Sala Raffaello della Regione Marche la conferenza stampa di presentazione del progetto europeo «Neptune», cofinanziato
nell’ambito del programma di cooperazione territoriale in area balcanica Interreg.

Hanno preso parte alla conferenza gli assessori regionali alla Cultura, Luigi Minardi e alla Pesca e Politiche Comunitarie Paolo Petrini. Presenti il dirigente del servizio Cultura, Turismo e
Commercio, Mariano Landi e l’amministratore di Svim – Sviluppo Marche S.p.A, Roberto Tontini. «Oggi parte questo nuovo progetto – ha detto Minardi in apertura – che ci consente di
attrarre risorse nuove dall’Unione Europea e dare quindi ulteriore slancio all’azione della Regione Marche in campo culturale. In questo settore stiamo realizzando importanti iniziative per la
valorizzazione della nostra storia attraverso l’impulso alle strutture museali, come quella di Pesaro dedicata al Mare.

O come quella di San Benedetto del Tronto, sempre dedicata alla cultura marinara, che stiamo realizzando assieme al Comune. Iniziative per far conoscere specie ai giovani da dove veniamo e
quali sono i tratti comuni della nostra storia con le altre città e popolazioni che si affacciano sul bacino adriatico. Una forte spinta quindi verso il consolidamento di quella regione
Euroadriatica a cui le Marche lavorano da diverso tempo». «Neptune» prevede un budget totale di 489.500 euro. L’obiettivo è quella di riscoprire, conservare e
promuovere il patrimonio ideale e materiale della civiltà marinara adriatica, avviando una strategia di promozione della pescaturismo e dell’ittiturismo. Il progetto prevede anche
l’organizzazione di una mostra sulla cultura adriatica con due allestimenti (uno nelle Marche e l’altro in Croazia) e altre esposizioni virtuali (attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie come
touch-screen interattivi).

«Neptune» coniuga quindi la promozione culturale e quella economica. «Questa iniziativa – ha sottolineato Petrini durante l’incontro – ha diversi aspetti d’interesse e ci
consente di amplificare la portata dei progetti già avviati dalla Regione in materia di Pesca. In questo settore esigenze relative all’abbattimento dello stock di pesca e le indicazioni
della Commissione Europea per la promozione della diversificazione del reddito delle aziende marittime, ci hanno portato da alcuni anni ad avviare esperienze innovative come quelle della
pescaturismo e dell’ittiturismo. Esperienze che permettono la diffusione di un turismo consapevole e di qualità, un approccio alla cultura marinara che passa attraverso la condivisione
delle attività di pesca nelle imbarcazioni delle nostre marine o nell’ospitalità presso strutture marinare appositamente attrezzate». Oltre alla Regione Marche, capofila del
progetto, partecipano il Museo della Marineria di Cesenatico, il Comune di Molfetta, il gruppo europeo d’interesse economico Marco Polo System di Venezia, l’Associazione sistema museale della
provincia di Ancona, la Provincia di Macerata, la Provincia di Pesaro e Urbino, la Provincia di Ascoli Piceno, il Museo del patrimonio culturale di Hvar (HR), l’Università di Spalato –
Facoltà di Filosofia, la Prefettura di Durazzo e la Regione albanese di Scutari. La seconda giornata dell’evento si terrà presso il Palace Hotel di Ancona (Lungomare Vanvitelli,
24).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: