“Marano Ragazzi Spot Festival”, presentata la X edizione

Napoli, 19 Ottobre 2007 – Gli Assessori regionali all’Istruzione Corrado Gabriele ed alla Sicurezza delle Città Andrea Abbamonte hanno presentato stamattina, nel corso di una
conferenza stampa svoltasi nella sala Giunta a palazzo Santa Lucia, la decima edizione di Marano Ragazzi Spot Festival.

Alla conferenza stampa hanno preso parte il sindaco di Marano Salvatore Perrotta, il rappresentante di Libera Geppino Fiorenza e il direttore artistico del festival Rosario D’Uonno.

Il festival si svolgerà dal 22 al 28 ottobre al teatro Siani di Marano. Numerose le manifestazioni in programma, tra convegni, dibattiti, animazioni, laboratori e spot. In particolare
quest’anno verranno proiettati un film dossier, “Scuole di memoria”, realizzato nell’ambito del progetto della Provincia di Napoli “La scuola adotta una vittima di camorra”, e un documentario
“Qui Nisida?si può fare”, realizzato in gemellaggio tra l’istituto Levi di Marano e l’I.P.M. di Nisida.

“Il Marano Spot Festival – ha detto l’Assessore Gabriele – ha assunto ormai un posto di grande importanza nel panorama delle manifestazioni che si svolgono in Campania sulla legalità.
Quest’anno, in particolare, che ricorre il decennale, la prima iniziativa del festival si svolgerà nel teatro Siani, inaugurato a Marano il 23 settembre scorso.

“Il teatro inizierà la sua vita culturale con il Marano Spot Festival, e sarà la sede stabile delle edizioni successive. L’auspicio è che diventi un punto di riferimento
significativo per l’affermazione di una cultura della legalità nell’intera area a nord di Napoli”, ha concluso Gabriele.

“Cinquemila ragazzi – ha aggiunto Abbamonte – provenienti da varie città italiane per condividere le esperienze maturate durante l’anno scolastico sono più di un ottimo risultato
per questa kermesse che accelera il processo di partecipazione alla legalità e alla giustizia sociale delle nostre periferie. Questo è l’esempio lampante del fatto che solo
attraverso la cultura del fare possiamo riscattare l’intero territorio dalle insidie della criminalità organizzata. Siamo orgogliosi, quindi, dei nostri studenti e della loro
creatività”.

Leggi Anche
Scrivi un commento