Maltempo: arriva dopo secondo settembre più caldo da 2 secoli

Maltempo: arriva dopo secondo settembre più caldo da 2 secoli

Il maltempo con il rapido abbassamento delle temperature è arrivato in Italia dopo un mese di settembre 2009 che è risultato essere nel mondo al secondo tra i più caldi dal
1880, dopo quello del 2005, in base alla temperatura media globale che comprende quella degli oceani e quella dei continenti, rilevata dalla NOAA’s National Climatic Data Center
<https://www.ncdc.noaa.gov>. Lo rende noto la Coldiretti nel sottolineare che il cambiamento climatico ha colto impreparate anche le campagne dove per le verdure e gli ortaggi si sono
registrati danni dovuti alle gelate notturne. A rischio – precisa la Coldiretti – ci sono le coltivazioni di insalate, fagiolini, zucchine, spinaci e altre verdure mentre per la frutta in molte
zone sono entrati in funzione gli impianti antibrina.

Il mese di settembre 2009 ha avuto 0,62 gradi di anomalia rispetto alla media secolare e al surriscaldamento hanno contribuito soprattutto – riferisce la Coldiretti – i continenti dell’emisfero
nord, piuttosto che gli oceani. Il
mese di settembre 2009 – continua la Coldiretti – si è caratterizzato quasi dappertutto nel mondo come un mese
piuttosto siccitoso in tutto il mondo.

La maggiore frequenza con cui si verificano eventi estremi è – sottolinea la Coldiretti – la conferma dei cambiamenti climatici in atto anche in Italia dove si stanno manifestando tra
l’altro sfasamenti stagionali, maggior numero di giorni consecutivi con temperature estive elevate, aumento delle temperature estive e una modificazione della distribuzione delle piogge.

Si tratta di una situazione – conclude la Coldiretti – che è destinata a influenzare la vita dei cittadini, ma anche il comportamento della natura e con esso l’esercizio
dell’attività agricola che deve interpretare il cambiamento
e i suoi effetti sui cicli delle colture, sulla gestione delle acque e sulla sicurezza del territorio.

Leggi Anche
Scrivi un commento