L'Italia è contraria a importazione carni di pollo decontaminate con cloro

Il Sottosegretario con delega alla salute Francesca Martini, appreso che la Commissione Europea, su pressione degli Stati Uniti, presenterà una proposta di Regolamento dell’Unione
Europea intesa ad autorizzare l’importazione di carni di pollame decontaminate con l’utilizzo del cloro, ribadisce quanto già espresso in seno al Consiglio dei Ministri Europei, a
Bruxelles, lo scorso 19 maggio, in merito alla totale contrarietà a tale iniziativa.

La posizione del Sottosegretario Martini verrà confermata anche il prossimo lunedì a Bruxelles nel contesto del Comitato Veterinario Permanente. L’Italia, dichiara il
Sottosegretario Martini, si aspetta che anche gli altri 21 paesi dell’UE che si sono espressi nelle scorse settimane contro la proposta della Commissione mantengano tale posizione di contrasto.

Qualora la proposta di Regolamento non dovesse trovare una maggioranza favorevole in sede di Comitato Veterinario Permanente, la procedura comunitaria prevede che lo stesso testo venga
sottoposto per una valutazione politica al Consiglio dei Ministri dell’UE. Il Sottosegretario Martini assicura che l’Italia manterrà la propria posizione anche in quella sede politica a
difesa degli investimenti che hanno connotato la filiera produttiva delle carni di pollo in questi anni consegnando ai consumatori un prodotto di qualità e assicurando garanzie sul piano
della sicurezza alimentare.

Leggi Anche
Scrivi un commento