L’Icq sequestra 80 mila bottiglie di vino in Piemonte

L’Icq sequestra 80 mila bottiglie di vino in Piemonte

 

“Il nostro sistema di controlli continua ad operare su tutto il territorio, in modo capillare, e con rapidità ed efficienza, a difesa dei consumatori e del made in Italy di
qualità”.

Con queste parole il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia ha commentato l’ultima operazione condotta dall’Ispettorato Centrale per il Controllo della
Qualità dei prodotti agroalimentari che ha portato al sequestro, in Piemonte, di 80.000 bottiglie di vino.

Le bottiglie erano etichettate in lingua inglese e riportavano illecitamente la denominazione di vendita “white wine” (vino bianco), che non rientra tra quelle contemplate dalla vigente
legislazione comunitaria, ed un grado alcolico di 6% Vol., inferiore al minimo stabilito per legge.

L’operazione dell’ICQ rientra nell’ambito di un programma di controllo mirato alla tutela dei vini di qualità italiani, molto conosciuti ed apprezzati all’estero.
“L’attività di controllo dell’ICQ – prosegue il Ministro Zaia – costituisce un punto di forza per la difesa del patrimonio enogastronomico nazionale ed uno strumento fondamentale a
tutela degli anelli deboli della catena agroalimentare, in particolare consumatori e produttori agricoli”.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento