Lavoro, Cia: “Agricoltura ammortizzatore sociale”

Lavoro, Cia: “Agricoltura ammortizzatore sociale”

In un momento di crisi profonda, l’agricoltura può svolgere un ruolo di ammortizzatore sociale, assorbendo disoccupati e favorendo la circolazione di reddito.

E’ il messaggio della Cia, Confederazione italiana agricoltori, che commenta i recenti dati ISTAT.

In base a quanto diffuso, in due anni (2010-012), in controtendenza con gli altri settori, nell’agricoltura gli occupati sono aumentati (+ 4,6%). Stesso discorso per l’anno in corso: se
l’andamento generale è negativo (-1,4%) quello dell’agricoltura è, seppur moderatamente, positivo (+0,7%). E molte potenzialità sono ancora inespresse: come spiega la
Confederazione, “L’agroalimentare infatti è in grado di assorbire in tempi rapidi più di 150.000 disoccupati” specialmente in ambito giovanile, con gli occupati con meno di 35
anni capaci di aumentare del 5,1%.

Rimangono comunque problemi notevoli, sopratutto la burocrazia onnipresente e paralizzante, oltre ai costi, produttivi e contributivi. Fino a quando questi nodi non saranno sciolti, il
potenziale dell’agricoltura sarà limitato.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento