La ricorrenza dell'8 marzo per un bilancio sulla condizione femminile

Ancona – L’8 marzo di quest’anno è il centenario della festa della donna, un anniversario per riflettere e delineare un bilancio sulla condizione femminile e le
politiche di genere, così questa mattina, l’assessora alle Pari Opportunità, Loredana Pistelli, insieme alla consigliera Stefania Benatti, e alla consigliera di Parità,
Bianca Maria Orciani, hanno incontrato la stampa e illustrato il percorso delle iniziative in corso, dagli appuntamenti sul territorio per la «Giornata della donna» alla
pubblicazione della terza edizione della «Rete delle donne elette e nominate» – che consente alle amministratrici locali e ai cittadini tutti di «fare rete» – al
progetto «Donne in movimento» contro la violenza e la Proposta di legge contro la violenza, fino alla pubblicazione di «Storie straordinarie di donne semplici».

«Tante le battaglie condotte fino ad oggi – ha dichiarato Loredana Pistelli – e tanti i risultati ottenuti, ma ancora ci sono questioni da affrontate e conquiste da difendere, come la
discussa legge 194. Si tratta di un tema che tocca tutte, in maniera trasversale, una legge che potrebbe essere migliorata ma non annullata, lavorando e investendo nella prevenzione,
considerando sempre che si tratta di un trauma da non trattare a cuor leggero».
In questi anni tante le conquiste civili e numerose le iniziative nate sul territorio per garantire le donne nella società, dalla gestione di famiglia e lavoro, al trovare occupazione e
il riconoscimento professionale. «Non siamo tra le regioni peggiori dal punto di vista dell’occupazione femminile (nelle Marche al 46%), ma occorre intensificare le attività a
favore della donna perché la disoccupazione femminile non sia il doppio di quella maschile come nella maggior parte delle regioni d’Italia. E quindi siamo ancora lontani dalla
percentuale richiesta dall’accordo di Lisbona che consiste nel raggiungimento del 60 per cento dell’occupazione femminile entro il 2010 – ha aggiunto Pistelli – Un nota positiva dell’ultim’ora,
segno di qualche miglioramento rispetto al passato, viene da Confidustria che per la presidenza si sta tingendo di rosa».

Sulla questione della violenza, la legge regionale e il progetto nascono dalla volontà di Giunta e Consiglio di affrontare un dramma sociale di vaste dimensioni che si consuma
soprattutto in ambito familiare. «La collaborazione tra l’esecutivo e il Consiglio sulle pari opportunità sta già dando i suoi frutti – ha commentato Stefania Benatti –
insieme abbiamo unito le forze per corrispondere meglio alle esigenze di concretezza che le donne si aspettano da chi le rappresenta».
Ed è proprio l’agire congiunto su temi trasversali di tutte le istituzioni e delle forze sul territorio nell’ottica di lavorare in maniera continuativa la chiave dei risultati positivi
in materia di pari opportunità, come ha sottolineato Orciani.

Tutte le iniziative regionali per la «Giornata della donna» sono elencate sul sito
http://www.paripportunita.regione.marche.it

Leggi Anche
Scrivi un commento