La Provincia di Biella affronta i disagi della nevicata

Biella – Il piano messo a punto dalla Provincia, durante la prima giornata di neve, ha funzionato e i disagi per i cittadini sono stati limitati, sono attenti i responsabili e gli
addetti dell’Ufficio tecnico provinciale e, pur essendo soddisfatti dell’esito del primo impatto con la nevicata, preferiscono mantenere alto il livello di guardia in quanto le previsioni
continuano a segnalare maltempo fino a sabato.

«Facciamo appello – dice l’assessore provinciale alla sicurezza stradale Marco Abate – al massimo di prudenza da parte degli automobilisti. E’ bene ripetere di non mettersi in viaggio se
non si hanno le adeguate gomme da neve o le catene, in quanto le auto con pneumatici di tipo normale possono rimanere bloccate anche su una semplice salita. Occorre utilizzare il più
possibile i mezzi pubblici che sono attrezzati per affrontare le nevicate. Noi stiamo facendo il nostro dovere per affrontare i problemi del maltempo, ma anche gli automobilisti devono mettersi
nelle condizioni adeguate di sicurezza per non provocare rallentamenti o il blocco di altri veicoli».

Una riunione sul problema neve era stata fatta a fine ottobre tra i rappresentanti delle imprese e l’assessore ai lavori pubblici Claudio Marampon che allora aveva dichiarato: «Può
sembrare che siamo in anticipo ma è fondamentale farsi trovare pronti ad intervenire in modo coordinato ed efficace per ridurre al minimo i disagi e mantenere alto il livello di
sicurezza delle nostre strade».

Sui settecentocinquanta chilometri di strade provinciali più cento di comunali convenzionate, sono impegnate 17 imprese appaltatrici, 82 mezzi tra autocarri, ruspe, pale e trattori, 27
mezzi spanditori di sale, due turbofrese per strade di piccole dimensioni.

Alle varie imprese è affidato un settore, secondo un criterio gerarchico che divide le strade in due gruppi. Il primo comprende le ex statali tra cui la superstrada 142, la Trossi, la
Vercellese, la Cossato-Trivero. Il secondo è quello delle strade provinciali e comunali convenzionate ed è suddiviso in zone intercomunali.

Leggi Anche
Scrivi un commento