La fiasca del pellegrino a Mons. Andreatta, artefice del nuovo impulso dato all’antica esperienza del cammino di fede

 

Fiasca del Pellegrino 2008: questo l’ultimo impegno, in ordine di tempo, de La Tenuta La Montina di Monticelli Brusati (BS) in Franciacorta che porta avanti, così, con un
prezioso oggetto da collezionismo, la filosofia aziendale che coniuga vino, arte e cultura.

Realizzata a mano nella tiratura limitata di 999 copie, numerate e firmate sul retro-etichetta dall’artista veneto Paolo Menon, appassionato scultore del mito dionisiaco, grafico
e giornalista, è una rielaborazione in forma classico-ellenistica della tradizionale fiasca dei viandanti del Medioevo, che la indossavano a tracolla o l’appendevano alla
cintola o al bastone per raggiungere in pellegrinaggio i luoghi sacri alla Cristianità. Caduta in disuso nel VI secolo dopo Cristo, viene oggi riproposta da Paolo Menon
impreziosita con eleganti altorilievi di finissima porcellana lavorata a “colpi di vento”.

La presentazione in anteprima della Fiasca avverrà il 15 settembre alle ore 19.00 nelle antiche sale de La Montina. Ospite d’onore sarà Mons. Liberio Andreatta, Vice
Presidente dell’O.R.P., Opera Romana Pellegrinaggi, che riceverà in omaggio uno dei primi prototipi della Fiasca, in segno di riconoscimento, e
ringraziamento, per il suo prezioso, instancabile lavoro di artefice del rinnovato vigore dei pellegrinaggi dell’era contemporanea. A lui infatti si deve il grande impulso
che questa antica esperienza del cammino ha avuto negli anni recenti, diventando un’entità moderna, con una rafforzata dignità.

Leggi Anche
Scrivi un commento