La corruzione nella gestione dell'acqua

Gli abitanti di New York e Roma pagano meno per l’acqua dei cittadini di Manila, Jakarta e Lima, indica l’ultimo rapporto annuale di Transparency International (TI). Colpa della corruzione
diffusa nella fornitura idrica, che compromette anche seriamente gli sforzi per contenere la crisi alimentare.

Il 40% dell’alimentazione mondiale dipende dai terreni irrigati. Ma accade, come in India, che questo tipo di corruzione gravi per il 25% sui costi all’origine.

In sintesi, per avere più cibo servirebbero più campi irrigati, ma se l’acqua, definita da TI “una risorsa senza alternative”, è soggetta a corruzione,
l’obiettivo s’allontana.

Il rapporto insiste sulla necessità che i Governi riconoscano l’importanza della corretta gestione dell’acqua, bene primario non solo per il cibo, ma anche per la salute, la
sicurezza energetica e l’ecosistema.

Leggi Anche
Scrivi un commento