La carne di Chianina Igp combatte i radicali liberi

La carne di Chianina Igp combatte i radicali liberi

Con i prodotti di eccellenza è possibile unire gusto e salute. Mangiare carne di chianina Igp aiuta così contro i radicali liberi, grazie al suo elevato contenuto di nutrienti.

E’ quanto emerge da una ricerca, presentata ad Arezzo, che ha messo a confronto la carne del “Gigante bianco” con quella di altre razze bovine a crescita rapida.

Il verdetto è inequivocabile: la carne chianina offre tagli pregiati (in primis, la bistecca fiorentina) ben forniti di elementi come Q10, carnosina, microelementi e zinco, tutti ad
azione antiossidante. E tali sostanze non si limitano a conservare (a lungo e bene), ma difendono il consumatore dall’azione dei radicali liberi.

Sul tema è intervenuta la Coldiretti, facendo notare come il lavoro degli studiosi “Avvalora la scelta di un numero crescente di consumatori che ha portato negli ultimi dieci anni ad un
aumento del 63% degli animali allevati della razza bovina più grande al mondo, che può contare oggi in Italia su 46.553 esemplari”.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento