La Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia compie 16 anni

La Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia compie 16 anni

Dopo la.. trasferta a Ravenna dell’anno scorso, torna a Ferrara -dove è nata- la 16.a edizione della Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte d’Italia. Avrà
luogo da venerdì 25 a domenica 27 maggio. Sponsorizzata dalla Confesercenti (che ne è anche l’organizzatrice), dall’Enit e dalle amministrazioni autarchiche locali, essa è
entrata ormai nel calendario nazionale delle manifestazioni d’importante spessore culturale ed economico, tanto da richiamare TO, buyer e giornalisti un po ovunque dal mondo.

Durante i tre giorni nel cuore della città ci saranno stand nei quali troveranno locazione con personale specializzato i rappresentanti d’importanti siti del nostro Paese che per
l’occasione distribuiranno anche materiale illustrativo. In alcuni saranno allestiti dei laboratori artigianali che permetteranno di assistere alla “nascita” di oggetti e cose uniche. Non
mancheranno dei banchi per gli assaggi di prodotti gastronomici (l’enogastronomia non è uno dei punti forti del nostro turismo ) oltre ché per gustare il “nettare di Bacco”.

Sabato 26 maggio è il giorno vero e proprio della Borsa. Quel giorno l’offerta Turistica dei Centri d’Arte italiani incontreranno gli operatori stranieri offrendogli le migliori
condizioni perché i turisti di tutto il mondo tornino di nuovo a fare del nostro paese una tra le mete più richieste. Ai Tour Operator sarà offerta la possibilità
-il 27 maggio- di partecipare a degli eductour (al momento allo studio) per fargli meglio conoscere uno “scampolo” del nostro Paese.

Per avere un’idea di quanto sia diventata importante la Borsa vale la pena di ricordare i dati statistici dell’edizione dello scorso anno.

I nostri espositori -provenienti da ogni regione- furono 200. I Tour Operator della domanda raggiunsero quota 80, arrivati da 28 Paesi tra i quali meritano di essere citati la Cina, la
Slovacchia, Russia, India, Irlanda, Regno Unito, Polonia, Francia, Germania, Brasile, Olanda e da altri ancora.

Al workshop si ebbero 2800 contatti commerciali, mentre i rappresentanti della nostra offerta furono 430. I visitatori del sito internet furono oltre 14.000, 80 le testate di giornali
accreditate e 18 le troupe radio-televisive. Molto successo ebbero le escursioni riservate ai TO e ai giornalisti facendogli conoscere la Bologna nascosta e il patrimonio ravennate.

La Borsa fu caratterizzata da convegni, conferenze stampa (5) e seminari, da un Forum Europeo sul Patrimonio dell’ Umanità riconosciuto dall’Unesco; dalla presentazione di progetti per
una maggiore e migliore comunicazione dei nostri centri d’arte utilizzando al meglio le attuali risorse tecnologiche.

E poi gli spettacoli, i concerti d’alto livello artistico, le premiazioni di concorsi particolari e altre interessanti iniziative che richiamarono migliaia di spettatori.

La manifestazione ferrarese non si limita dunque ad una pura e semplice trattativa ma è l’occasione per incontri d’importanza internazionale.

Non resta ora che attendere il programma dettagliato di questa nuova edizione.

Informazioni: Tel. 0532.209499

Bruno Breschi
Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento