La birra ideale dipende dal nostro carattere

 

Roma – Dimmi che carattere hai, ti dirò quale birra bevi. Potrebbe essere questo il motto dell’indagine condotta dal Centro Studi Assaggiatori e Assobirra, ‘A Ciascuno la
sua birra’, che ha identificato cinque profili diversi di consumatori a seconda della personalità: romantici, raffinati, risoluti, razionali, rudi.

Il bevitore romantico, che vuole emozionarsi anche davanti a una birra, apprezza le ‘bionde’ particolari, dolci, prive di difetti e con netti sentori di fiori.

Il razionale cerca concretezza e immediatezza, perciò sceglie la birra in base al rapporto qualità-prezzo, a fattori visivi come compattezza della schiuma e dolcezza, ma
anche alla potenza dei profumi fruttati.

Il raffinato è invece alla ricerca di birre corpose e torbide, con note di agrumi e frutta fresca.

C’é poi il risoluto, un consumatore curioso, informato, che ama le sfide e le emozioni intense: per lui è ideale una Ale o una birra associata agli agrumi, alle note
vegetali del luppolo e ai cereali.

Dulcis in fundo, il bevitore rude, alla continua ricerca della sfida e del pericolo, che giudica la birra al primo sorso, in base al grado di frizzantezza. Bionde ideali le Lager, Pils
e Ale.

La ricerca ha inoltre previsto come evolverà la percezione del gusto della birra da parte degli italiani: nei prossimi anni scompariranno le distinzioni tra birre maschili e
femminili; i gusti si uniformeranno gradualmente, puntando sugli aromi autentici, sul floreale, ma anche sulla progressiva accettazione di sapori speziati e vegetali, provenienti dalla
contaminazione con culture culinarie diverse. (ANSA).

Leggi Anche
Scrivi un commento