«Io compro al mercato contadino: la Scuola incontra i produttori al Farmer's market»

Conoscere e gustare i prodotti ferraresi, imparare a «fare la spesa» al mercato, riscoprendo colori e sapori di stagione ed imparando anche la necessità di un consumo
consapevole e sostenibile.

Con questi obiettivi Coldiretti Ferrara ha organizzato stamattina la visita delle classi 3 e 4 delle scuole primarie di Gaibanella e della 4 di Quartesana, al mercato contadino di Ferrara, che
come ogni venerdì, ormai da tre anni si tiene in città, a poca distanza dal centro storico, e che accoglie sempre più apprezzamento da parte dei consumatori.

E così, dopo aver ricevuto cappellini e magliette griffate Coldiretti-Campagna Amica, i ragazzi hanno fatto un giro per conoscere i produttori ed i prodotti in vendita sui banchi,
dimostrando di sapersi destreggiare nel riconoscere frutta e verdura di stagione, i prodotti trasformati e la loro origine, degustando con particolare interesse ciliegie, fragole, biscotti di
farina di riso, miele appena tolto dall’alveare, ma anche salame e formaggio.
Attraverso il «gioco della spesa» i ragazzi hanno potuto esercitarsi «al buon acquisto a kilometri zero», messo a confronto con prodotti che invece percorrono migliaia
di kilometri prima di arrivare nei nostri negozi, con conseguente consumo di carburante ed emissioni inquinanti, sollecitandoli a preferire i prodotti «nostrani» piuttosto di quelli
«strani», come le ciliegie a Natale, i cocomeri a capodanno, ed altre stranezze che è ormai consuetudine trovare nei mercati e supermercati.

Alla presenza del Presidente di Coldiretti Ferrara, Mauro Tonello, del Vice Presidente, Michele Rubini, del Direttore Andrea Crestani, l’assessore alle attività produttive del Comune di
Ferrara, Aldo Modonesi, ha potuto vedere in diretta quanto sia coinvolgente e vincente l’esperienza dei mercati degli agricoltori, rispetto ai quali da anni Coldiretti collabora e coordina le
aziende partecipanti per dare la risposta che i consumatori si attendono da queste iniziative.
Al termine merenda per tutti a base di torte, crostate, pane e miele, pane e marmellata, «pinzini» e salame, ed infine granita di fragola, preparati con maestria da Barbara
dell’agriturismo Mirala, utilizzando anche i prodotti presenti sui banchi del mercato: confetture, miele, fragole, salame.
Merenda che è stata anche l’occasione per considerare che il costo di una merenda con prodotti industriali costa quasi il doppio di una merenda con prodotti più naturali,
espressione del nostro territorio e garanzia di genuinità, sapore, qualità. Insomma pane e miele o una mela, battono merendina uno a zero e la salute dei nostri figli ci guadagna.

Assaggio che è stato offerto a tutti i consumatori frequentatori del mercato, insieme all’omaggio di una mela fuji, in segno di condivisione di un modello di sviluppo incentrato su
qualità, certezza dell’origine, salubrità, stagionalità, tecniche di coltivazione sostenibili e rispettose dell’ambiente e della salute.

LE AZIENDE COLDIRETTI DEL MERCATO DELLE ERBE DI FERRARA:
Bissacco Sergio – verdure e fragole
Bergonzini Uber – frutta e verdura
Fratelli Billo s.s. – frutta, verdura, succhi di frutta, passata di pomodoro, confetture
Billo Angiolino e figli s.s. – salumi, vino, formaggio
Astenghi Karin – formaggio e ricotta di pecora e capra
Torrisi Vincenzo – frutta e verdura di stagione
Tosi Fernando e Casari Morena – confetture, verdure di stagione, fagioli secchi, verdure conservate
Garden Girasole di Rugin Ivana – piante e fiori
Cerutti Vito e Stefano s.s. – riso, biscotti di riso, uova biologiche
Malagutti Alberto – miele e prodotti dell’alveare
Pagliarini Avicola – pollame.

Leggi Anche
Scrivi un commento