Inpdap: chiarimenti sulla reversibilità dei nonni a favore dei nipoti

Inpdap: chiarimenti sulla reversibilità dei nonni a favore dei nipoti

Per assicurare uniformità di applicazione da parte delle sue sedi della sentenza della Corte Costituzionale con la quale è stato riconosciuto il diritto dei nipoti viventi a carico
alla pensione di riversibilità dei nonni, l’INPDAP ha emanato recentemente ulteriori istruzioni per quanto riguarda il requisito della vivenza a carico.
  Il requisito risulta soddisfatto nei casi di mantenimento abituale dei nipoti minorenni da parte del nonno, di non autosufficienza economica dei genitori e di impossibilità, da
parte di uno o di entrambi i genitori, di provvedere al mantenimento dei figli. I genitori non devono quindi svolgere alcuna attività lavorativa e non devono avere alcuna forma di reddito,
da intendersi come percezione materiale di somme di denaro a qualsiasi titolo.
  La circolare precisa che non è perfezionato il requisito dell’assenza di reddito quando il genitore è titolare, tra l’altro, di assegno alimentare corrisposto al coniuge in
caso di separazione o divorzio (con esclusione della quota destinata al mantenimento dei figli), di pensione di invalidità civile, del reddito minimo di inserimento o di altre prestazioni
corrisposte come contrasto alla povertà e all’esclusione sociale, di prestazioni economiche previste da leggi regionali, di assegno di sostegno corrisposto dall’INPS ai nuclei familiari
composti da almeno tre figli minori, di reddito derivante da immobili non adibiti ad abitazione principale, del reddito dell’abitazione principale, al lordo della deduzione fiscale.
  L’acertamento delle condizioni necessarie per il riconoscimento ai nipoti della pensione di riversibilità e dell’assegno per il nucleo familiare verrà effettuato in modo
rigoroso, anche per il tramite delle Forze di polizia, l’Agenzia delle Entrate, gli Uffici del Lavoro ed altre Pubbliche Amministrazioni.
 

Leggi Anche
Commenti ( 3 )
  1. maddalena piscitelli
    28 Giugno 2016 at 10:55 pm

    salve mia madre ha lavorato nel comune ed era pensionata ad aprile e morta lasciando mio figlio e me senza aiuto economico
    io sono disoccupata da tre anni e mio figlio ha compiuto 18 anni da un mese
    noi abbiamo sempre vissuto insieme sotto lo stesso tetto
    non prendo e non ho mai preso assegni dal padre di mio figlio
    volevo sapere se mio figlio aveva diritto alla reversibilità
    grazie dell attenzione

  2. sara
    14 Dicembre 2016 at 2:17 pm

    Salve mia madre era insegnate ed ora pensionata, io sono disoccupata, separata con tre figli e ci sostiene mia madre. la quale lascerà loro una eredita : casa, locale commerciale e terreno.
    Avrebbero comunque diritto alla pensione di reversibilità?
    Grazie
    Cordiali Saluti

  3. Vincenzo Dagostino
    10 Maggio 2017 at 1:07 pm

    Salve mio padre è deceduto a marzo ed aveva una pensione, io e mia figlia cosiamo a carico suoadue del 2015, da dieci anni non percepisco reddito solo però nell’anno 2015 la società di cui sono socio ha avuto un utile di 2000 euro solo
    In quell’anno. Mia figlia ha diritto alla reversibilità della pensione del nonno

Scrivi un commento