Iniziativa TEIN destinata a crescere grazie ad un incremento di fondi

La Commissione europea stanzierà altri 12 Mio EUR per un’iniziativa che offre agli scienziati della regione dell’Asia e del Pacifico un accesso Internet ad alta velocità che
consentirà loro di partecipare a progetti di ricerca internazionali.

La rete informativa trans-Eurasia (TEIN) è stata istituita nel 2000 grazie al finanziamento del programma EuropeAid dell’UE. Il suo obiettivo è accrescere la connettività
Internet per la ricerca e l’istruzione tra l’Europa e l’Asia, migliorare la connettività Internet intraregionale per gli istituti di ricerca e dell’istruzione in Asia, nonché
agevolare la partecipazione dei paesi meno sviluppati a progetti di ricerca internazionali su ampia scala. La rete asiatica è connessa con la rete europea GÉANT2.

In seguito alla conduzione di studi di fattibilità, la seconda fase dell’iniziativa (TEIN2) è stata avviata nel 2004. Nel corso dei tre anni successivi, la rete è stata
terminata e pienamente implementata. Il recente incremento di fondi provenienti dall’UE, insieme a 6 Mio EUR aggiuntivi stanziati dai partner asiatici, consentirà all’iniziativa TEIN di
proseguire i lavori fino al 2011.

Durante questa fase (TEIN3) la rete subirà ulteriori potenziamenti e altri paesi asiatici saranno invitati ad aderirvi.

«TEIN riduce il divario digitale tra i paesi meno sviluppati in Asia e in Europa e consente loro di prendere parte a progetti di ricerca globali», ha spiegato il commissario europeo
per le Relazioni esterne e la politica europea di vicinato, Benita Ferrero-Waldner. «Inoltre, assicura vantaggi tangibili non solo per i ricercatori, ma anche per la popolazione in
generale.»

Attualmente, circa 4.000 istituti di ricerca e dell’istruzione con 30 milioni di utenti finali in dieci paesi (Australia, Cina, Hong Kong, Indonesia, Giappone, Malesia, Filippine, Singapore,
Corea del sud, Thailandia e Vietnam) stanno traendo benefici dall’iniziativa. Il Laos e la Cambogia aderiranno presto alla rete.

Grazie all’accesso Internet ad alta velocità fornito da TEIN, i ricercatori di diversi paesi possono scambiare grandi quantità di dati con facilità e accedere a moderne
applicazioni come quelle di formazione a distanza (e-learning) e videoconferenza. Gli scienziati filippini, ad esempio, possono prevedere l’arrivo di tifoni con l’aiuto dei ricercatori
tedeschi, mentre i medici in Vietnam possono ricevere consulenza sulla chirurgia dai loro colleghi in Australia.

«Abbiamo già avuto modo di assistere ad una significativa collaborazione globale nei settori del cambiamento climatico, della radioastronomia e della meteorologia che riunisce i
migliori esperti del mondo per far fronte alle sfide globali di oggi», ha commentato Viviane Reding, commissario europeo per la Società dell’informazione e i media. «Insieme
ai partner europei speriamo di potere rendere la collaborazione scientifica globale una collaborazione senza fili e lineare, abolendo l’ostacolo della distanza.»

Per ulteriori informazioni visitare:
http://www.tein2.net

Leggi Anche
Scrivi un commento