Inflazione: a Gennaio su con pane, tariffe e trasporti

Gli aumenti nei settori trasporti, tariffe energetiche ed alimentari, che hanno fatto impennare l’inflazione a gennaio al 2,9%, peseranno a fine anno per circa 1000 euro a famiglia, se non
saranno adottate misure in grado di ridurre drasticamente i prezzi e le tariffe.

«I dati diffusi dall’Istat, seppur sottostimati, appaiono estremamente preoccupanti – afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – aumenti di questo tipo concretizzeranno una vera e
propria stangata, stimata in circa 1.000 euro annui a famiglia, non potendo i cittadini rinunciare all’alimentazione, ai trasporti e all’energia».

Il Codacons contesta inoltre l’aggiornamento del paniere Istat:
«L’insalata in confezione entra perché la gente non può più comprare prodotti freschi, divenuti eccessivamente onerosi – spiega Rienzi – L’ingresso dei navigatori
satellitari e dei giochi elettronici per consolle non migliorerà certo le rilevazioni dell’Istat, essendo prodotti il cui prezzo scende costantemente grazie alle innovazioni introdotte
ogni giorno sul mercato. Promuoviamo l’incremento del peso attribuito nel paniere ad alimentari, abbigliamento, calzature, trasporti e ristorazione ma, purtroppo, si tratta di un miglioramento
interamente vanificato dall’assurda diminuzione dei pesi assegnati ai capitoli abitazione, acqua, elettricità e combustibile. Ci auguriamo che il nuovo Governo che verrà
saprà lavorare per creare un paniere davvero vicino alla realtà degli acquisti dei consumatori italiani».

Leggi Anche
Scrivi un commento