In Marcia per il clima: tutti gli eventi

Sarà una schiera di festosi pinguini a dare inizio al corteo «In marcia per il Clima», la manifestazione che domani a Milano vedrà sfilare più di cinquanta
associazioni con l’obiettivo comune di fermare la febbre del pianeta, promuovendo il cambiamento e l’innovazione nelle scelte che riguardano la produzione e il consumo, l’ambiente e le
infrastrutture, l’industria e l’agricoltura.

A dare adesione all’iniziativa tantissimi artisti come Elisa, Carmen Consoli, Roy Paci, Max Gazzè, Bandabardò, Caparezza, Africa Unite, Giuliano Palma,
Paola Turci, Paolo Belli, Marina Rei
.

E tanta la musica durante tutta la giornata di mobilitazione. Ad animare la mattinata una matinée jazz dal vivo con Boogey Man
Orchestra
basato su un sound system alimentato ad energia solare e a seguire le note Funky di DJ Kleopatra. Il corteo «In marcia per il clima»
partirà invece alle 15,00 da piazza San Babila, a piedi e in bicicletta, accompagnato dalla musica dei Contrabbanda, e si snoderà lungo corso Venezia fino ad
arrivare ai giardini di Porta Venezia. Sarà qui che si susseguiranno gli interventi presentati da Filippo Solibello di Caterpillar e subito dopo un Dj
Sunset
con Frankie Hi Nrg, Dub Sync di Madaski e Bunna, Dj Filo, Vito War che andrà avanti fino al tramonto. Giocolieri, artisti di strada,
attività sportive e ludiche accompagneranno l’evento per tutto il giorno.

La manifestazione prevede anche numerose attività d’informazione e di formazione per i cittadini. Dalle 10,00 nei Giardini Pubblici di Porta Venezia si
potranno visitare quattro piazze tematiche Aria, acqua, terra e fuoco per capire cause ed effetti del cambiamento climatico, ma anche le possibili alternative di produzione e
consumo nel rispetto dell’ambiente. Mobilità sostenibile, lotta all’inquinamento atmosferico e difesa della salute saranno gli argomenti della piazza dedicata all’Aria, mentre in quella
della Terra sarà possibile informarsi su agricoltura biologica, filiera corta, difesa della biodiversità, sovranità alimentare e incontrare chi si oppone alla distruzione
del territorio, al consumo del suolo e agli OGM. Si potranno capire meglio raccolta differenziata, gestione efficiente dei rifiuti, abitare sostenibile nello spiazzo dedicato al Fuoco, il posto
giusto per confrontarsi anche su efficienza energetica, fonti rinnovabili, lotte contro il nucleare, centrali a carbone e inceneritori. Risparmio idrico, difesa dell’acqua come diritto
dell’uomo e bene comune, emergenze e conflitti per le risorse e solidarietà internazionale saranno invece i temi ospitati dall’area destinata all’Acqua. Sono previsti inoltre corsi di
formazione sull’autocostruzione di pannelli solari termici, di autoproduzione, di green guerriglia, sui Gruppi di Acquisto Solidali, punti ristoro biologici, equi e a «km
zero»
e la mostra «artisti per l’ambiente» dell’associazione Sitart.

Leggi Anche
Scrivi un commento