In India l'inflazione continua a crescere

Ancora un balzo in avanti dell’inflazione indiana che ha raggiunto l’11,42% al termine della settimana finita il 14 giugno, risultato più alto da 13 anni.

La scorsa settima l’inflazione era all’11,05%.

E’ la diciottesima settimana consecutiva che l’inflazione indiana è sopra del 5,5% l’obiettivo fissato dalla Reserve Bank of India per l’anno fiscale 2009.

Anche i dati dell’inflazione già annunciati per la settimana finita il 19 aprile sono stati rivisti in rialzo dal 7,75 all’8,23.

La crescita dell’inflazione è dovuta principalmente all’aumento dei prezzi, in particolare alimentari, tè, latte, cereali e del petrolio.

Il ministro delle finanze Chidambaram ha detto che l’inflazione a due cifre continuerà per ancora qualche settimana prima che il governo proverà ad alleviare l’aumento
dei prezzi. Secondo le previsioni il tasso di inflazione crescerà di qualche punto ancora ma, secondo il ministro del commercio e dell’industria Kamal Nath, non
bloccherà la crescita economica, confidando nelle misure che nel giro di un paio di mesi prenderà il governo per alleviare il problema.

Sia il governo che la Reserve Bank of India hanno già fatto diversi passi sul fronte fiscale e monetario per bloccare l’inflazione ma, oltre a non riuscirci, queste misure hanno
avuto l’effetto di ridurre la crescita economica.

Leggi Anche
Scrivi un commento