In Alto Adige per un matrimonio d’altri tempi

In Alto Adige per un matrimonio d’altri tempi

L’appuntamento è per la prossima domenica. Il 16 gennaio, a Castelrotto, in provincia di Bolzano, ha luogo il Matrimonio Contadino: volendo con
quest’avvenimento ricordare una tradizione che dai tempi immemorabili è arrivata fino alla metà del secolo scorso.

Più che un fatto folcloristico è un avvenimento culturale che ci ricorda come nel passato i matrimoni avevano luogo prevalentemente nella stagione invernale, in quanto gli
agricoltori, in quella stagione, non sono impegnati nei lavori dei campi.

Fino ad una trentina d’anni fa una manifestazione del genere aveva luogo anche in Slovenia e più precisamente a Lubiana, poi per tutta una serie di ragioni essa venne tolta dal
calendario. Forse anche per questo l’appuntamento di domenica prossima viene ad acquisire un particolare interesse.

Il Matrimonio di Castelrotto sull’Alpe di Siusi, dove gli abitanti del luogo indossano gli abiti tradizionali delle grandi cerimonie sud-tirolesi, ha luogo alle 14.00 nella piazza del paese, di
fronte alla sua chiesetta caratteristica, mentre la musica e i balli tipici del luogo impazzano.

E’ un invito alla spensieratezza prima di iniziare il pranzo nuziale composto da ben 15 portate tipiche locali tra le quali primeggiano i famosi canederli (di formaggio di capra e di verdure
invernali), i medaglioni di capriolo con cipolla rossa e, da non perdere alle fine, il sorbetto allo yogurt preceduto da una muosse di ricotta con albicocca.

Per chi volesse soggiornare e ancora non l’avesse fatto può vedere se ancora c’è posto al tipico hotel Schgagurer di Castelrotto (Tel.0471 712100) che organizza anche soggiorni di
sette e di tre notti a mezza pensione gourmet, comprensiva -fino al 22 gennaio- di escursioni varie e accesso alla Spa dove si può praticare anche il bagno di fieno, il tutto con prezzi
accessibili.

Bruno Breschi
Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento