Il Made in Italy a tavola in vetrina all’Italian Cuisine Asia Summit

Il Made in Italy a tavola in vetrina all’Italian Cuisine Asia Summit


Inizierà il prossimo 20 ottobre a Hong Kong il Summit dell’enogastronomia italiana in Asia. Un’iniziativa senza precedenti che porterà nella metropoli cinesequindici grandi cuochi
italiani, tra i qualiMassimo Bottura, Marco Sacco, Giovanni Grasso, Ivan Musoni, Giacomo Gallina e Matteo Scibilia, e prodotti dell’eccellenza enogastronomica da tutta Italia. Cene,
degustazioni, workshop, classi magistrali di cucina, il Summit è ospitato dai migliori ristoranti italiani di Hong Kong, nelle cui cucine lavorano cuochidi una generazione che ha
cambiatola storia della cucina italiana nel mondo.


Il Summit celebra due decenni di grande cucina italiana e di made in Italy enogastronomico di qualità in Asia. E non è un caso che si tenga proprio a Hong Kong. Venti anni fafu in
questa città che aprì il primo ristorante italiano di qualità: il Grissini nel Grand Hyatt Hotel di Wan Chai e a suggerire il nome non a caso fu il grande winemaker
italiano Angelo Gaja. “Fu l’inizio di un’era per tutta l’Asia, dove ben presto iniziarono ad arrivare giovani e talentuosi cuochi dall’Italia insieme a prodotti made in Italy di
qualità”, dice Rosario Scarpato, giornalista e produttore televisivo, direttore del Summit.Da allora la cucina italiana è la più amata in Asiadopo le cucine locali.


“Oggi i ristoranti italiani di qualità di Hong Kong, come del resto quelli di molte altri capitali asiatiche, utilizzano ingredienti di eccellenzamade in Italy in misura uguale se non
maggiore ad un ristorante in Italia. In alcuni casi si tratta anche del 95%”, precisaPaolo Monti, uno degli organizzatori dell’eventoed Executive chef del Ristorante Gaia a Hong Kong. Monti
è il Moderatore del Forum GVCI, Gruppo Virtuale cuochi italiani, un network di oltre 900 professionisti della enogastronomia italiana, principalmente cuochi, che lavorano in oltre 70
paesi. L’Italian Cuisine Asia Summit è promosso da www.itchefs-gvci.com, il sito del network GVCI di cui è presidente Mario Caramella, Executive Chef a Bali (Indonesia), uno dei
pionieri della cucina italiana di qualità in Asia, anche lui presente Hong Kong.


“Fin dal giorno del mio insediamento, ho sostenuto la necessità e l’importanza di far conoscere anche all’estero il nostro patrimonio agroalimentare di qualitàe l’Italian Cuisine
Asia Summit va proprio in questa direzione”, ha dichiarato Luca Zaia, Ministro delle Politiche Agricole e Alimentari,congratulandosi con gli organizzatori del Summit. “La mia speranza è
che questa lodevole iniziativa possa stimolare l’interesse dei consumatori asiatici affinché si sentano spinti a visitare direttamente in Italia i luoghi di produzione del nostro cibo”,
ha aggiunto il ministro.


“Un buon prodotto può essere realizzato soltanto in una buona terra e chi lo apprezza deve conoscere anche la sua provenienza”, ha dichiarato Magda Terrevoli, Assessore al Turismo della
Regione Puglia, che insieme a Dario Stefano, Assessore all’Agricolturadella stessa Regione, hanno voluto la Puglia rappresentata al Summit con cuochi di talento e prodotti di eccellenza.
Proprio a Hong Kong la Regione Puglia presenterà ufficialmente il suo programma di turismo enogastronomico “Tipicamente Puglia”. “Il Summit è una vetrina importantedove ci
presentiamo con un inconfondibile stile pugliese, un Made in Pugliain cui la storia e il fascino del Mediterraneosi fondono con la modernità e il progresso” ha detto l’Assessore Stefano.


Tra i cuochi presenti a Hong Kong ci sarà Massimo Bottura dell’Osteria Francescana di Modena, Guest Master Chef al Ristorante Grissini nel Grand Hyatt Hotel. “Sono molto contento di
partecipare a questa iniziativa promossa dai cuochi italiani nel mondoche mostra tutta la vitalità dell’alta cucina italiana contemporanea”, dice Bottura, il cui locale è il primo
degli italiani nella classifica dei 50 migliori ristoranti al mondo.


Ma a Hong Kong ci saranno anche altri grandi cuochi: Marco Saccodel Piccolo Lagodi Mergozzo (Verbania) Guest Master Chef al Ristorante Va Bene,Giovanni Grassode La Credenza (San Maurizio
Canavese)al Ristorante Gaia, Ivan Musoni del Ca’ Vegia di Salice Terme (Pavia) al RistoranteAngelini nell’Hotel Shangri La Hotel.E ancora: Giacomo Gallinadel Gold, Milanosarà Guest
Master Chef al Sabatini nel Royal Garden Hotelmentre Antonio De Rosa e Domenico Maggiporteranno a Hong Kong gli inconfondibili sapori della Puglia. Ci sarà anche Matteo Scibilia(Osteria
della Buona Condotta, Ornago), Guest Chef al Mistral, e Consigliere del Ministro della Cultura Sandro Bondi per la Cucina che ha dichiarato: “Andiamo a Hong Kong ancheper una dimostrazione di
affetto e di rispettoverso i cuochi e gli operatori dell’enogastronomia italiana nel mondo, i quali lontano dal Paese testimoniano i grandi valori culturali della nostra cucina”.


Il Summit rappresenta un’autentica novità, anche perché per la prima volta intervengono in un evento del genere cuochi italiani che lavorano con grande successo all’estero: Mario
Caramella, Marco Avitabile, direttore delle operazioni culinarie della catena Hyatt Hotel in Asia, Gabriele Colombo, il cuoco che aprì il Grissini, oggi executive chef a Saipan nelle
isole della Mariana, Gianni Favro, chef patron del Ristorante Gianni’s Restaurant a Bangkok (Tailandia),Andrea Tranchero, Executive Chef del Ristorante Armani di Tokyo (Giappone)e Vincenzo
Pezzilli, Executive Chef di Piazza Italia a Pechino, che saranno Guest Master Chef rispettivamente a Joia, Spasso e Osteria nel Golden Mile Hotel.

I Ristoranti

G/F The Piazza
Grand Millennium Plaza
181 Queen’s Road Central
Ph: 852/2167 8200
www.gaiaristorante.com

17-22 Lan Kwai Fong
Central
Ph: 852/2845 5577
www.vabeneristorante.com

GRISSINI

Grand Hyatt Hong Kong Hotel
1 Harbour Rd
Ph: 852/2584 7722
www.hongkong.grand.hyatt.com

Kowloon Shangri-La
64 Mody Road
Tsim Sha Tsui East
Ph: 852 2721 2111
www.shangri-la.com

Royal Garden Hotel
69 Mody Rd
Tsim Sha Tsui East, Kowloon
Ph: 852/2733 2000
www.rghk.com.hk

Shop 403, Level 4, Ocean Center
Harbour City, Tsim Sha Tsui
Ph: 852 2730 8027
www.spassoristorante-bar.com.hk

InterContinental Grand Stanford
70 Mody Road
Basement 2
Tsim Sha Tsui East, Kowloon
Ph: 852/2731 2870
www.hongkong.intercontinental.com

Level 3, IFC Hall
Central
Ph: 852/2383 8765
www.isolabarandgrill.com

Mezzanine
Holiday Inn Golden Mile
50 Nathan Road
Tsim Sha Tsui, Kowloon
Ph: 2315 1010

R010, Level 3, 2061A, Level 2
Elements Mall
1 Austin Road West, Kowloon
Ph: 852/2382 2323
www.joia.com.hk


Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento