Il futuro della TV è sul web?

Il futuro della TV è sul web?

Dopo l’esplosione degli user generated video, la cui punta dell’iceberg è senz’altro  YouTube, la domanda di contenuti multimediali da reperire in rete si fa sicuramente più
pressante.

Lo sviluppo delle nuove tecnologie e dei New Media sta generando una crescente domanda di contenuti delle Web Tv, anche se i numeri della raccolta pubblicitaria non sembrerebbero confermarlo.

Una recente indagine condotta da Ernst & Young intitolata “New Media: sfide e opportunità di sviluppo per il mercato italiano” emerge che negli ultimi anni la Web Tv ha assunto
rilevanza come media alternativo ai tradizionali, soprattutto per la varietà nell’offerta dei contenuti.

L’indagine osserva le tendenze in atto nello scenario italiano per compararlo con quello europeo, in relazione alle strategie che le aziende possono definire per veicolare i propri contenuti
sulle Web TV, IPTV e Mobile TV.

Fra i tre media analizzati sono proprio le Web Tv a registrare una crescita rilevante: dal 2008 in Italia sono aumentate del 33% rispetto al 2007, con 364 operatori che gestiscono ben 633
canali.

Si prevede nei prossimi anni un trend in positivo per questo New Media, grazie anche alla cura crescente dei contenuti forniti, dall’aumento del tempo medio trascorso al PC e dall’ampiezza del
target potenziale 

La scelta delle Web Tv come mezzo di comunicazione per pubblicizzare prodotti e servizi, oltre ai contenuti editoriali, è un’opportunità per i marketing manager che definiscono il
mix della comunicazione nei loro piani di marketing.

Il proliferare di questo New Media, e dei suoi canali tematici per target selezionati, è un indizio prezioso per le operazioni di analisi svolte per capire dove far passare i messaggi,
in relazione a pubblici potenzialmente sensibili all’offerta proposta da aziende e organizzazioni.

Oltreoceano e in Gran Bretagna la situazione è già matura, con i grandi network televisivi che già producono contenuti appositamente per il web: notiziari prima di tutto,
ma anche altro.

Nel resto dell’Europa molte cose si stanno muovendo,  l’Italia come al solito naviga nelle seconde (o terze) file, però sembra che anche da noi si stia iniziando a muovere qualcosa,
è sufficiente infatti digirate su Google,la parola wevTv per scoprire che esistono migliai di webtv di matrice italiana,  molte delle quali di ottima qualità.facendo una
ricerca al mio blob ne troverete tante inutile segnalarvele altrimenti dovrei scrivere un posto lungo mesi, meglio a voi cercare ciò che vi piace.

Giovanni In – joostitalia.org 

Vedi esempi di video realizzati dalla troupe di Newsfood.com (video-operatori RAI, intervistatore professionista, montatore specializzato, fotografo) per Villa Le Barone: 

VAI ALL’ARTICOLO

VIDEO

Redazione newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento