Il fumo si “fuma” i sapori

Il fumo si “fuma” i sapori

Le sigarette e gli altri prodotti a base di tabacco non sono pericolosi solo per i polmoni ma anche per la gola: fumare mette KO la percezione dei sapori.

A lanciare l’allarme, una ricerca del dottor Pavlidis Pavlos dell’Università Aristotele di Thessaloniki in Grecia pubblicata da “BioMed Centrale”.

L’equipe di Pavlos ha misurato il funzionamento della lingua di 62 persone, tra cui 28 fumatori.

Nella prima fase, gli scienziati hanno stimato la sensibilità ai sapori tramite elettrodi collegati alle papille fungiformi, un tipo di papille gustative. I risultati hanno evidenziato
come fumare alzi la soglia di percezione dei sapori sia più alta nei fumatori che perciò sono meno sensibili agli stessi.
La seconda fase ha visto lo studio della lingua dei soggetti tramite endoscopio, facendo particolare attenzione a forma, numero e dimensioni delle papille. Gli studiosi hanno così notato
come le papille dei fumatori sono in numero minore e di forma deformata (più piatte rispetto al normale).

Il dottor Pavlos e colleghi concludono così come il fumo rovini il piacere del cibo, distruggendo progressivamente i recettori del gusto.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento