Il Consorzio Toscana Produce ricevuto dal Governatore della Regione Toscana Claudio Martini

Il Consorzio Toscana Produce ricevuto dal Governatore della Regione Toscana Claudio Martini

Finanziamenti e bandi destinati al mondo agricolo troppo lenti e farraginosi. Il Consorzio “Toscana Produce” chiede aiuto al Presidente della Regione Toscana Claudio Martini durante l’incontro
tra la delegazione del Consorzio guidata dal Presidente Marco Carmazzi che si è tenuto alcuni giorni fa. Al centro del faccia a faccia con il Governatore una ricca agenda di proposte,
che riguardano non solo la filiera orto florovivaistica, ma tutto il sistema agricolo, con particolare attenzione alla sostenibilità ambientale e all’istituzione del progetto “Il Fiore
della Toscana” per sostenere i prodotti del florovivaismo toscano nella qualità, tracciabilità, comunicazione e commercializzazione.

Dopo la breve introduzione di Carmazzi sulle attività e potenzialità economiche e professionali del Consorzio, ad oggi l’unica realtà regionale di promozione della filiera
ortofloricola e vivaistica che rappresenta 270 aziende, il Presidente ha illustrato la situazione generale del mercato nazionale, il rapporto consolidato con il Distretto Floricolo Pescia –
Viareggio, e presentato le iniziative promozionali dell’ultimo anno, sia a livello nazionale ed internazionale grazie anche al contributo di Toscana Promozione, Lucca Promos e le Camere di
Commercio di Lucca e Pistoia. Un cappello introduttivo che è servito a scendere nei dettagli di un settore in forte crisi.

l primo punto ha riguardato il bando relativo alla “misura 124 sull’innovazione che dopo un anno e mezzo di incontri non è stato ancora attivato”, sottolineatura questa che ha lanciato
il problema dei ritardi burocratici:  – ha spiegato Carmazzi – “molte volte le istituzioni non riescono a trovare veloci soluzioni creando seri problemi allo sviluppo delle aziende a
fronte di investimenti già effettuati e interamente pagati con proprie risorse”.

Un altro aspetto ampiamente illustrato ha riguardato la sostenibilità ambientale: la certificazione delle aziende sui parametri della Comunità Europea ed un attenzione particolare
sul fotovoltaico e le biomasse, con l’impegno del Consorzio ad iniziare uno studio per il teleriscaldamendo in un area  di intensa produttività della Versilia. Il Consorzio si
è fatto promotore nel fare suo il progetto “Il Fiore della Toscana” per sostenere nel mondo il prodotto nella qualità, tracciabilità, comunicazione e commercializzazione
oltre a presentare progetti di internazionalizzazione nel settore orticolo per introdurre nei paesi in via di sviluppo conoscenze e strumenti.

Il Consorzio ha inoltre evidenziato la necessità di una banca dati, ai fini statistici, e quella di mantenerla aggiornata costantemente sulla realtà economica del settore a
livello regionale. Richieste importanti che il Presidente Martini si è reso disponibile ad affrontare presso le sedi opportune relazionando il Consorzio presso il sistema creditizio
regionale e nelle attività di internazionalizzazione e promozione. Infine è stato sottolineato, come il Consorzio (www.toscanaproduce.it) essendo nato di concerto con le
organizzazioni professionali, vuole essere di supporto alle aziende, ma anche alle politiche delle organizzazioni nell’interesse super parte delle imprese del settore.

Marco Carmazzi
Presidente

Leggi Anche
Scrivi un commento