Il Concerto della Banda Musicale dell’Esercito Italiano… si è tenuto in Duomo

Il Concerto della Banda Musicale dell’Esercito Italiano… si è tenuto in Duomo

—–Original Message—–
Date: Fri, 28 Jun 2013 07:36:45
Subject: Concerto Guglie Duomo – Banda Musicale dell’Esercito Italiano – giugno 2013
A s s o e d i l i z i a
e  Istituto Europa Asia

Sulle Terrazze Concerto per sostenere i lavori di restauro

LA BANDA DELL’ESERCITO NEL DUOMO DI MILANO
Achille Colombo Clerici: “Il Duomo, come simbolo di Milano, è importante non solo per il valore religioso, artistico e culturale. Ne rafforza infatti il fascino e l’attrattivita’ sul piano
anche economico.”

Venti milioni nei prossimi tre anni, 15 milioni già raccolti: in queste cifre (che non comprendono la manutenzione ordinaria annuale pari a 9 milioni) si racchiude il restauro del Duomo di
Milano che oggi vede al lavoro 12 cantieri impegnati prevalentemente nella sistemazione delle 135 guglie, tra cui quella Maggiore o della Madonnina.
Una somma ingente, soprattutto di questi tempi. Ecco quindi la Veneranda Fabbrica che dal XIV secolo provvede alle necessità di una delle maggiori opere religiose, artistiche e culturali
del mondo avviare una serie di iniziative per raccogliere risorse. Tra queste, i Concerti tra le guglie del Duomo, uno scenario irripetibile.

il concerto che doveva tenersi sulle terrazze fra le guglie, a causa del maltempo, si e’ svolto all’interno del Duomo.

Ospite la Banda musicale dell’Esercito italiano, direttore Antonella Bona, musiche di Amilcare Ponchielli, Leonard Bernstein, Jan Van der Roost, Giuseppe Verdi.

Tra i presenti, il generale di brigata Antonio Pennino, comandante dell’Esercito militare Lombardia e il presidente di Assoedilizia e dell’Istituto Europa Asia Achille Colombo Clerici che ha
commentato “Il Duomo come simbolo di Milano è importante non solo per il valore religioso, artistico e culturale, ma anche economico. Contribuire alla sua manutenzione, è un impegno
della città tutta e dell’intera Italia.”.   
 

Foto: Colombo Clerici con Angelo Caloia

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento