Il Collegato alla Finanziaria penalizza i farmaci generici

L’Antitrust ha inviato una segnalazione al Governo ed ai Presidenti di Camera e Senato affinché modifichino l’articolo 5 del Decreto Legge collegato alla Finanziaria, che penalizza la
diffusione dei farmaci generici.

Secondo l’Antitrust, infatti, è necessario prevedere un sistema che “da un lato, incentivi le imprese a svolgere adeguatamente la propria attività di ricerca e sviluppo
(concorrenza dinamica) e, dall’altro, promuova la concorrenza tra farmaci privi di copertura brevettuale (concorrenza statica) che possa incoraggiare l’ingresso di imprese produttrici di
farmaci generici presenti in Italia in modo ancora residuale rispetto agli altri paesi europei”.
In quest’ottica deve essere introdotto un meccanismo premiante per le amministrazioni che privilegino l’uso di farmaci a basso costo (soprattutto generici) e per quelle che incentivino la
ricerca o lo sviluppo.
Al contrario, il collegato alla Finanziaria “propone, per gli anni a venire, una struttura di mercato che conserva, in larga misura, le attuali posizioni relative tra le imprese” e che, quindi,
ostacola “la dinamica di mercato tra concorrenti basata sulla capacità di ciascuna impresa di crescere, incrementando i propri volumi ed i relativi ricavi”, anche perché non
contiene misure volte ad incentivare il grado di concorrenza dei farmaci generici.

Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, segnalazione AS421

Leggi Anche
Scrivi un commento