Il California Prune Board annuncia per il raccolto 2020 frutta di alta qualità

Il California Prune Board annuncia per il raccolto 2020 frutta di alta qualità

Il raccolto di Prugne della California si è concluso nei tempi previsti quest’anno e i coltivatori hanno superato le sfide degli incendi e la crisi del mercato causata dalla pandemia per raccogliere frutta di qualità superiore caratterizzata da dimensioni ottimali, creando eccellenti opportunità per commercializzare le prugne dolci e di dimensioni superiori alle altre per le quali la California è famosa. Dopo le previsioni a inizio stagione di un raccolto ridotto, i coltivatori e gli operatori possono ora stimare una produzione di 45.000 tonnellate metriche (50.000 tonnellate nette) di Prugne della California, con un calo del 37% rispetto all’anno precedente.  In combinazione con il carry-in dal 2019, gli operatori avranno un’offerta sufficiente per la nuova stagione di vendita.

Mentre i mercati a livello globale si adeguano a una “nuova normalità”, l’industria delle Prugne della California rimane concentrata sul mantenimento dell’equilibrio tra domanda e offerta e sulla fornitura in sicurezza della frutta di qualità premium che il mondo si aspetta. I coltivatori di Prugne della California svolgono un ruolo essenziale nella produzione di un prodotto premium che offre benefici per la salute, grande gusto, versatilità e durevolezza a scaffale, tutti elementi fondamentali che corrispondono perfettamente a ciò che i consumatori desiderano nell’attuale contesto.
I dati riferiti ai coltivatori e ai gestori alla recente conclusione dell’anno di raccolta 2019 (31 luglio 2020) hanno sottolineato l’interesse dei consumatori per le Prugne della California, le migliori della categoria, in quanto le spedizioni verso i mercati di esportazione sono aumentate del 17% e le spedizioni nazionali sono migliorate del 12%, rispetto all’anno precedente.
“Mentre la pandemia ha alimentato l’attenzione dei consumatori verso cibi sani, l’industria delle Prugne della California ne promuove regolarmente il profilo nutrizionale e investe nella ricerca che valorizza i benefici per la salute delle prugne”, afferma Donn Zea, Executive Director del California Prune Board. “Siamo grati che così tanti consumatori abbiano scelto le Prugne della California Prune in questo periodo. Abbiamo intenzione di fare tutto il possibile per mantenere costante la fiducia che ci hanno accordato”.

 

La California è il maggiore produttore di prugne secche, con una produzione di circa il 40% dell’offerta mondiale, portando sul mercato prugne di qualità prodotte in 40.000 acri concentrati nelle valli di Sacramento e San Joaquin.

Leggi Anche
Scrivi un commento