Il 31 ottobre scade il termine per l’invio telematico dei dati T.a.r.s.u.

Il 31 ottobre scade il termine per l’invio telematico dei dati T.a.r.s.u.

Prorogato al 31 ottobre 2009 il termine per l’invio telematico, a carico dei gestori del servizio di smaltimento rifiuti, dei dati degli utenti relativi agli anni solari 2007 e 2008, rilevanti ai
fini delle imposte sui redditi. E’ quanto disposto dal provvedimento del direttore dell’agenzia
delle Entrate del 5 maggio.

La necessità, da parte dei Comuni, di recuperare numerose informazioni non previste dalla normativa in materia di denunce del tributo e l’approntamento delle procedure informatiche
necessarie alla loro trasmissione alla base del differimento del termine inizialmente fissato al 30 aprile 2008 (provvedimento del 14 dicembre 2007).

L’obbligo è stato introdotto per rendere più incisivo il contrasto ai fenomeni evasivi concernenti le locazioni di unità immobiliari non rilevate ai fini dell’imposta di
registro o non dichiarate nella denuncia dei redditi. Il provvedimento del 14 dicembre 2007, infatti, ha imposto agli enti locali che gestiscono la tassa per lo smaltimento dei rifiuti urbani e
alle società concessionarie che si occupano della Tariffa di igiene ambientale, di trasmettere in via telematica all’Agenzia:

  • i dati identificativi dei gestori del servizio di smaltimento rifiuti
  • i dati identificativi dell’occupante o del detentore dell’immobile
  • i dati relativi all’immobile occupato.


Le informazioni raccolte potranno così essere confrontate con quelle a disposizione dell’agenzia del Territorio, che contengono i dati relativi ai proprietari delle medesime unità
abitative.
La mancata rispondenza fra occupante (o detentore) e proprietario dell’immobile segnala la probabile esistenza di un contratto di affitto che necessita di apposita registrazione e che, inoltre,
produce reddito.

Patrizia De Juliis

Leggi Anche
Scrivi un commento